Lo spirito guida.

Come vento a foglie autunnali, lo spam alle tastiere dei cazzari...
Rispondi
69libero
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 779
Iscritto il: mer gen 27, 2016 5:54 pm
Moto: ZRX 1200 r
Località: Como
Contatta:

Lo spirito guida.

Messaggio da 69libero » mar set 10, 2019 3:21 pm

Giunto il momento di saggiare le doti di accelerazione con partenza da fermo della R con la nuova configurazione, dovrei trovare una strada dritta, poco trafficata e con pochi incroci, invece no. Decido al momento, un giorno tornando dal lavoro, così, mi sentivo pronto a tentare la sorte. La sorte mi ha premiato, non solo sono ancora vivo, ma ho fatto dei bei lanci senza spingermi oltre i 200 km orari.
Il primo lancio l'ho fatto in discesa, la strada non è proprio dritta, c'è una piccola curva molto ampia se la si fa a 50km orari, se la si fa a 180 diventa un punto da attraversare calcolando la traiettoria per non finire nella corsia opposta. Il primo lancio arriva a 180 e si ferma perchè dovevo frenare per non finire nel kulo di una macchina. Il secondo è molto meglio, parto con una buona accelerazione che fa alzare l'avantreno, il contakm avanza fino a 60km/h e all'improvviso si ferma, come se il video fosse in pausa, cambio marcia e la moto atterra, il contakm schizza a 100/120 a 130 metto la terza e sale in meno di 5 secondi a 200km/h.
Mentre passavo dai 130 ai 200 calcolavo la traiettoria per evitare macchine eventuali che sarebbero potute uscire dagli stop alla mia destra, quindi ho percorso la curva in contromano, non arrivando nessuno dalla parte opposta. In quei pochi secondi ho provato una strana sensazione, come di leggerezza, come quando anni fa tentavo la sorte con i sorpassi in contromano in curva cieca, è come se il mio spirito stesse guidando, come se non avessi più un corpo, proprio in quel momento la ragione ha preso in mano le redini e non mi ha fatto mettere la quarta, 200 metri dopo ci sarebbe stata la rotonda e non ho idea di quanto spazio avrei avuto bisogno per frenare ad oltre 200km/h.
Dopo il secondo lancio ho fatto il terzo, sempre in discesa, alla curva solita c'era una macchina allo stop alla mia sinistra che voleva uscire ed entrare nella mia corsia, ho avuto un attimo di esitazione a 160km/h ma ho riaperto ci sono passato davanti a 190km/h, ho messo la quarta ma ecco una panda che mi rovina tutto e mi costringe a frenare forte. Ho frenato così forte che, una volta fermatomi, le pinze hanno cominciato ad emanare una puzza di plastica bruciata.
Basta, ho pensato, oggi non è giornata e lieto nel cuore sono andato a pranzare.

Rispondi