Cronaca di un incidente a lieto fine.

Come vento a foglie autunnali, lo spam alle tastiere dei cazzari...
Rispondi
69libero
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 590
Iscritto il: mer gen 27, 2016 5:54 pm
Moto: ZRX 1200 r
Località: Como
Contatta:

Cronaca di un incidente a lieto fine.

Messaggio da 69libero » ven feb 22, 2019 6:40 pm

Sara mi aveva detto che sarebbe passata a trovarmi in negozio e io sono seduto in attesa che lei giunga. La sento, ferma al semaforo davanti al negozio, mi affaccio e le faccio una foto con la sua bella giacca nuova di pelle di cui va orgogliosa. Parcheggiata la moto, entra e mi dice che sarebbe andata a Brunate per fare un giro e scrivere un racconto. Non sono preoccupato, le dico le solite cose:"vai piano, sii prudente, vai piano".
Lei va. Riprendo a fare cose.
Dopo un po' mi chiama, dalla voce sento che sta soffrendo, mi dice che è caduta, un ciclista l'ha aiutata a tirare su la moto, le fa male un piede, la moto non si accende più.
Le dico che arrivo.
Senza pensare a mettermi gli stivali esco e prendo la R che era parcheggiata e si stava addormentando. Parto e in men che non si dica sono in cima a Brunate, mentre salgo sto attento, non ho capito dove sia Sara e la cerco ad ogni uscita di curva. Sara è in cima, dove finisce la strada insomma.
Mi assicuro che stia bene, la bacio e l'abbraccio.
La moto le è caduta sul piede, non ha gli stivali da moto....servirà di lezione.
Guardo la moto, proviamo ad accenderla, nada.
Come se un interruttore fosse scollegato.
Sara mi fa notare che l'interruttore della frizione si è scollegato, lei ha provato a rimettere lo spinotto ma niente....Penso e mi viene in mente di fare ponte, già , ma con cosa? Vado a cercare in giro, gli stronzi della nettezza urbana hanno fatto il loro lavoro e il bidone è vuoto. Cerco e ricerco nel piazzale, trovo un pacchetto di sigarette, lo prendo, no aspetta un tappo di stagnola di quelli del latte! Perfetto.
Taglio, piego e inserisco le estremità nello spinotto, funziona!
A quel punto, nella mia mente, è partita la sigla di Macgyver.
Sara riesce a portare la moto fino al mio negozio nonostante il pedale del cambio abbia perso il nottolino, che donna! La sua mamma è già li che ci aspetta per portarla al Pronto Soccorso.
Loro vanno e io rimango in negozio. Finito di lavorare vado a comprare ghiaccio spray, biscotti e cicche come da richieste della fidanzata. Passo al PS e consegno, saluto e parto per andare a casa. A casa deposito la R, mi incammino verso la stazione, a 200mt vedo macchine ferme al passaggio a livello, comincio a correre, sono le 8.55 e il treno è scritto che arriverà alle 8.57, dolce prepuzio umano!
Faccio il biglietto in tempo record, prima obliteratrice rotta,seconda obliteratrice rotta,scendo sotto i binari dal passaggio pedonale,risalgo, altra obliteratrice funziona! Il treno è li che arriva, che kulo! Arrivato a Como tiro fuori il mio bel pezzetto di stagnola e fumo la roba, ops, no accendo la moto.
Penso.
Sto qui e mangio una piadina...no vado a casa, piglio il dr e mi fermo in una birreria a farmi un hamburger e 2 birre! Faccio Como - casa seminando il terrore, l'sv mi invoglia a correre, del resto qualsiasi cosa mi invoglia a correre. Piglio il dr e mi dirigo verso la birreria, l'hamburger fa schifo, la birra anche ma ne bevo 2 lo stesso (il giovedi è a 3 euro).
Bello brillo mi dirigo verso il PS dove rimarrò fino quasi alle 2.
Arrivato al PS noto subito un tizio sulla 50ina con il contorno occhi scuro e la pettinatura tipo Keith Flint dei tempi migliori, sta ascoltando Fabri Fibra a tutto volume col suo cellulare e lo canta anche. Una scema che è li con la madre chiama i caramba che arrivano e fanno valere il loro potere divino dicendogli di mettere gli auricolari dopo aver indagato sul perchè egli si trovasse in quel luogo (stava aspettando lo psichiatra). Il nostro, a quel punto, avendo zittito il supporto multimediale, comincia a dar man forte a Fibra, Vasco e qualche altro rapper sfigato che fa il criminale. Ora sono tutti nella sua testa e intonano cori stonati che escono dalla sua bocca. I caramba se ne sono andati e lui canta libero e ribelle che il mestiere del carabiniere è un mestiere di cacchina, come dargli torto.
Fanno la loro entrata una coppia di alcolizzati e drogati, sulla 40ina, italiani, ovviamente. Lei ha la circolazione sanguigna che ormai è compromessa, ha le mani color prugna. Lui è un lord meridionale. Grazie a qualche stante che si sposta occupano 3 sedie e si sdraiano kulo a kulo. Io,Sara e sua mamma aspettiamo pazienti.
Sara viene chiamata e va dentro con sua madre, io rimango li e osservo.
Comincia lo show.
Il lord meridionale (romano dall'accento), svegliatosi dal letargo, comincia ad inveire ad alta voce contro la macchinetta dell'acqua e le infermiere:"Porc*******, dovete lavorare al posto di farei po**ini ai dottoriiiiiiiiiiiiii" (lo ripete varie volte) "Per questo (i pom**ini ai dottori) che l'italia va maleeee" mugugni e ripetizioni di varie combinazioni delle sudette frasi.
Poi esce a fumare e lascia il palco al cantante dei prodigy che nel frattempo ha assunto anche delle connotazioni da "pino dei palazzi". Egli è meno violento del lord meridionale, (anch'egli ha un accento del sud, rivelato dalle varie esclamazioni minchiesche, ma più a sud) cerca di essere più simpatico e farsi ben volere dal pubblico. Il suo soliloquio è privo di intervalli comici e continuo, non lascia spazio al silenzio che lo terrorizzerebbe e lo porterebbe a sprofondare nel buio della sua psiche disturbata. Comincia a confrontare la sua situazione rispetto quella dei due alcolisti "...se non hai una casa dove dormire non venire al Ps......io mi facevo di roba buona questi si fanno le schifezze e poi stanno male......i dottori dicono che non devi drogarti e poi mi chiamavano perchè volevano la cocaina e allora che dolce prepuzio umano mi dici che non devo drogarmi se poi sei tu il primo ehhh?.......Salvini ha ragione a non farli sbarcare, va come siamo messi qui in italia, abbiamo già i nostri, che dolce prepuzio umano sbarchi ehhhh?.......io sono di destra, di estrema destra, io la penso come mussolini...." poi, indicando la tipa alcolista "...certo che io sono messo male ma non così male come quei due ehhhh?" Tutto ciò ripetuto almeno 2 o tre volte a frase.
In sala d'aspetto ci sono 2 ragazzi africani, un po' mi vergogno di essere connazionale di quel poverino, spero capiscano che è un malato psichico, come mussolini del resto.
La madre di Sara mi chiama, mi alzo e vado dentro anche io.
Lastre, referto e dimissioni, nessuna frattura, solo una bella botta.
Sono quasi le 2.
Bacio la mia bella e rimonto in sella al Dr che, paziente e tutto ricoperto di umidità, mi ha aspettato nascosto. Posso tornare a casa pennellando le curve diretto tra le braccia di Morfeo, domani dovrò fare la lista dei pezzi da comprare.

sniper765
Administrator
Administrator
Messaggi: 15137
Iscritto il: lun lug 12, 2010 3:31 pm
Moto: SV650N K7
Nome: mio o della moto?
Località: Velletri (RM)

Re: Cronaca di un incidente a lieto fine.

Messaggio da sniper765 » ven feb 22, 2019 7:31 pm

Mi dispiace per l'incidente, l'importante è che si sia fatta poco e niente. Scoccia per i danni alla moto, ma d'altra parte quello è il male minore.


A mio parere in tutti i PS dovrebbe esserci una "pattuglia" delle FdO 24/7.
Alla fine quei personaggi sono risultati quasi innocui, ma purtroppo non sempre è così...




Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

sniper765 su SV650 K7 Naked

Immagine

skywalker67
Piegatore
Piegatore
Messaggi: 391
Iscritto il: mer mar 28, 2018 6:47 am
Moto: SV650 L6
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: Cronaca di un incidente a lieto fine.

Messaggio da skywalker67 » sab feb 23, 2019 9:24 pm

Mannaggia Libero, immagino cosa ti sarà passato per la testa mentre eri al telefono con lei.
Quando mia moglie mi ha telefonato per dirmi che mio figlio aveva avuto un incidente in moto, e stava andando a prenderlo l'ambulanza, il mio cervello è finito dentro il polso destro, collegato direttamente al motore della SV.
Per fortuna ( per modo di dire), ci aveva rimesso solo una clavicola ed una caviglia gonfia (nemmeno lui aveva stivali da moto all'epoca).

Auguri per la pronta guarigione, per tutto il resto (la moto) c'è mastercard. :wink:
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind /
I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go.
"

69libero
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 590
Iscritto il: mer gen 27, 2016 5:54 pm
Moto: ZRX 1200 r
Località: Como
Contatta:

Re: Cronaca di un incidente a lieto fine.

Messaggio da 69libero » mar feb 26, 2019 6:19 pm

Ero preoccupato ma non troppo, mi aveva detto che mi stava chiamando solo perchè la moto non partiva più, se no sarebbe tornata senza dirmelo. :lol:

sniper765
Administrator
Administrator
Messaggi: 15137
Iscritto il: lun lug 12, 2010 3:31 pm
Moto: SV650N K7
Nome: mio o della moto?
Località: Velletri (RM)

Re: Cronaca di un incidente a lieto fine.

Messaggio da sniper765 » mar feb 26, 2019 6:41 pm

69libero ha scritto:Ero preoccupato ma non troppo, mi aveva detto che mi stava chiamando solo perchè la moto non partiva più, se no sarebbe tornata senza dirmelo. Immagine
Brava, almeno non ti ha fatto preoccupare troppo :up:

Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

sniper765 su SV650 K7 Naked

Immagine

Rispondi