[GUIDA] il tester

Rispondi
dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1703
Iscritto il: dom lug 25, 2010 10:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

[GUIDA] il tester

Messaggio da dip » mar nov 05, 2013 11:42 pm

Questa guida vuole essere un primo aiuto per chi non conosce questo strumento e non sa come utilizzarlo.

Sempre e comunque, LEGGETE LE ISTRUZIONI ALLEGATE ALLO STRUMENTO.
Di seguito cercherò di descrivere al meglio cosa può fare e come utilizzare un tester, sono indicazioni generiche, le caratteristiche e i limiti dello strumento che avete/acquisterete le trovate sulla documentazione allegata al vostro strumento.

Il tester: a cosa serve.

Si utilizza per misurare
tensione V ( Volt )
corrente A ( Ampere )
resistenza (Ohm )

Volt, Ampere, Ohm sono unità di misura, quindi si utilizzano solo ed esclusivamente al SINGOLARE.
Mi provoca un fastidio quasi fisico leggere “ La batteria da 13,5 Volts”.
Sono Volt e basta.

Essendo unità di misura e quindi sono soggette ai multipli e sottomultipli, anche se praticamente si avrà a che fare solo con “ m “ ( milli = diviso mille ) e “ K “ ( Kilo = moltiplicato mille )

10 mA significa 10 millesimi di Ampere, cioè 0,01 A
15 K ( ma è più facile ed è comunque ammesso scrivere 15 KOhm soprattutto se la lettera greca Omega non viene visualizzata.... :testacalda: ) significa 15000 Ohm.
Per quanto riguarda le tensioni, non misureremo mai tensioni superiori a poche decine di Volt, nelle moto, e a 220/240 V alternati se misuriamo la tensione dell’impianto elettrico di casa.
In una moto ( o auto ) troviamo tensioni anche di 15 KV ( 15000 Volt ) ma assolutamente NON SOGNATEVI NEMMENO DI PENSARE CHE FORSE SI POTREBBE MISURARE LA TENSIONE DELLE CANDELE.
Senza adeguata strumentazione ( e il tester nemmeno ci si avvicina ) e senza le conoscenze specifiche per lavorare un sicurezza con tensioni di quel valore ( conoscenze che nemmeno io ho ) c’è la certezza di farsi male. SE VI VA BENE…

Come si esegue una misura.

Leggete e capite bene quello che segue, le parole non sono scelte a caso.

La tensione ( V ) si misura AI CAPI di un circuito, che può anche essere aperto ( la batteria rimossa dalla moto , senza niente collegato )

La corrente si misura IN SERIE ad un circuito, perché si può misurare solo la corrente che CIRCOLA in un circuito, che quindi deve essere chiuso.

La resistenza si misura su un componente ( elettrico ) ed è data dalle sue caratteristiche costruttive, è legata ai suoi parametri fisici ( semplifico molto ) e MAI può essere negativa.
Quindi se misurate una resistenza e il tester vi mostra –1420 Ohm, qualcosa avete sbagliato ( cercate di misurare una resistenza di un circuito sottoposto a tensione ) oppure il tester è guasto.
tEster 1.JPG
Consigli per gli acquisti ( non è pubblicità )

Prendetelo sicuramente digitale, è più facile da leggere e perdona errori di misura, tipo puntali invertiti o scala sbagliata.
Evitate come la peste i tester AutoRange, sono scomodi perché devono selezionare la scala in automatico e ci mettono del tempo, visualizzando valori che possono trarre in inganno, soprattutto se non si fa caso alla scala selezionata.
Comoda è la funzione “auto power off” che vi spegne il tester se lo lasciate acceso non utilizzato. Così la seconda volta che vi serve, la pila sarà ancora carica.
Con una spesa intorno ai 15€ trovate uno strumento decente, anche spedito a casa, su un noto sito di aste.

Dovessi cambiare il mio, prenderei uno di questi,
tester.JPG
Come si usa ( era ora direte voi, ma un minimo di teoria serve sempre )

La portata che selezionerete vi dice quale sarà il massimo valore che potete misurare, superato questo il tester va fuori scala, non vi indica niente, ma non si brucia o danneggia o altro.
Se scegliete una portata troppo elevata, farete una lettura poco precisa.

Tensione:
Puntale nero nella boccola COM, é il negativo.
Puntale rosso nella boccola V, è il positivo
Selezionare la portata 20V DC ( le due lineette sovrapposte ) e siete pronti per cercare se arriva tensione ai fari piuttosto che al relè, e di misurarne il valore.

Se selezionate la portata 200V AC ( il simbolo sembra una S sdraiata ) potete misurare la tensione dell’alternatore

Corrente:
Puntale nero nella boccola COM, é il negativo.
Puntale rosso nella boccola 20A, è il positivo.
Lasciate perdere la boccola mA, serve praticamente solo in elettronica per correnti basse, correnti che in una moto difficilmente ci faranno. Inoltre la boccola per le portate piccole è protetta da fusibile, e se misurate più di quanta corrente è ammessa, il fusibile salta. Il tester continua a funzionare, ma in quella boccola non misurate nulla.
Ricordate che una lampada di posizione assorbe circa 1A. Ed è piccola.

Come portata selezionate 20A DC, al limite potete scegliere dopo la portata inferiore.

Resistenza.
Puntale nero nella boccola COM.
Puntale rosso nella boccola V.
Selezionate una portata, partendo dalla più bassa se non sapete cosa misurare.
Comunque in un impianto di una moto, le resistenze di norma sono basse, quindi 200 Ohm o 2 Kohm per cercare dei cortocircuiti o capire se un interruttore o simile funziona, va bene.

Ricordate che una resistenza NON può essere negativa?
Se leggete –1__. Vuol dire che la resistenza che misurate è sopra la valore massimo selezionato. Potrebbe anche indicare OL (overload), ma dipende dallo strumento, quindi leggetevi le istruzioni prima di usarlo.
Se anche alla massima portata con indica nulla, oppure un valore di 10 MOhm, il circuito è aperto. In una resistenza di dieci milioni di Ohm, di corrente ne passa veramente poca, praticamente niente.

Prova continuità ( NON E’ UN CERCAFASE ).
Puntali come per la resistenza, selettore posizionato sul simbolo del diodo. In genere c’è anche un simbolo che ricorda un suono, tipo una nota musicale o i tre archetti concentrici come nelle sveglie.
Il valore che andrete a leggere lascia un po’ il tempo che trova, ma la comodità sta nel fatto che se il circuito è chiuso e la resistenza del circuito è inferiore a poche decine di Ohm, il tester emette un suono, molto utile per concentrarsi solo sui puntali, senza dover girare lo sguardo tutte le volte.


Note sui valori che leggerete:

Parlando di misure in CONTINUA ( tipiche degli impianti alimentati a batterie ) può capitare di misurare correnti negative. Significa che la corrente entra nel tester nel puntale negativo ed esce dal puntale positivo.
Può essere il caso in cui A MOTORE AVVIATO metta il tester in serie al polo positivo della batteria per misurare quanta corrente entra nella batteria per la ricarica ( esempio 5 A ), fermo il motore e il tester indica –1 A.
E’ normale, perché a motore fermo è la batteria che eroga corrente, quindi “esce dalla batteria”, mentre quando è in carica, la corrente “entra ella batteria”.

Può succedere di misurare delle tensioni negative, ma nella moto spero per voi si un vostro errore di misura, cioè puntale positivo a massa, altrimenti è un bel casino ( per l’impianto elettrico, intendo ).


Si può misurare la corrente che viene erogata dalla batteria ai vari carichi elettrici, ma non si può ( col tester ) misurare la “ corrente della batteria”.
Ho scritto virgolettato perché mi è capitato di leggere che qualcuno ha “misurato la corrente della batteria, il tester mi ha letto 4 A , ma la batteria è da 10 A, quindi…”
L’amico ha commesso due grossi errori. E per fortuna la batteria era guasta.

Il primo errore è stato non considerare la lettera h, subito dopo la A.
La capacità di una batteria si misura in Ah ( si legge Ampere ora ), cioè una batteria da 10 Ah può erogare 10 Ampere per un ora di tempo.
Se il circuito assorbe 5.5 A ( più o meno l’assorbimento dell’anabbagliante e delle posizioni ) la batteria si scarica in 10 Ah / 5.5 A = 1.8 h ( ore ).
Se lasciate i fari accesi solo per il tempo di un caffè, non succede nulla.
Se invece siete andati al ristorante, e il servizio è lento, digerite la cena spingendo la moto.
Il secondo errore ( il più grave e pericoloso ) è stato di misurare la corrente su un circuito il cui carico è costituito dalla resistenza bassissima del tester impostato per misurare la corrente. Significa che ha fatto un bel cortocircuito direttamente sui poli della batteria, senza limitazioni. Per fortuna sua la batteria era guasta, quindi poca corrente poteva erogare, ancora nei limiti del tester, altrimenti il tester faceva un bel botto.

E per ultimo concludo con:

FATTO?

Commenti, complimenti, infamate ed altro non fatele qui, non sporchiamo inutilmente questa sezione.
Ultima modifica di dip il mer nov 06, 2013 1:41 pm, modificato 1 volta in totale.
Immagine Immagine
In una donna guardo gli occhi, in una moto guardo i freni.

Frank_88
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2884
Iscritto il: lun apr 12, 2010 11:01 pm
Moto: KTM990SMT, R6 pista
Località: Legnano (MI)

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da Frank_88 » mer nov 06, 2013 9:46 am

suggerisco solamente di mettere in evidenza come argomento importante!
e se fossi così disponibile da aprirne uno magari per dubbi e simili, sarebbe molto utile (sottoposto a moderazione per tenere solo domande intelligenti ed utili ovviamente)
Immagine

pike
uomopesante
uomopesante
Messaggi: 14867
Iscritto il: lun set 01, 2008 11:45 am
Moto: Una

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da pike » mer nov 06, 2013 9:57 am

Un piccolo suggerimento: valutare anche la presenza della funzione "acustica" per il controllo delle impedenze.
Consente di fare agevolmente misurazioni di continuità dei cavi, occupandosi di infilare i puntali e non di guardare lo strumento.
"uno di quegli utenti" Rimossa da Tequi

cocia
Piegatore
Piegatore
Messaggi: 418
Iscritto il: mar lug 22, 2008 9:42 pm
Località: Verderio (LC)

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da cocia » mer nov 06, 2013 11:49 am

Bravo dip, precisa e bella la tua guida.
Back to blues

mark
Avatar...in corso!
Avatar...in corso!
Messaggi: 11481
Iscritto il: gio mag 03, 2007 10:53 pm
Moto: Sv 650 R
Località: VA

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da mark » mer nov 06, 2013 12:29 pm

Dopo leggo con calma!
ImmagineImmagine

mark
Avatar...in corso!
Avatar...in corso!
Messaggi: 11481
Iscritto il: gio mag 03, 2007 10:53 pm
Moto: Sv 650 R
Località: VA

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da mark » mer nov 06, 2013 9:34 pm

Letto tutto!
Ottimo!

Importante
Se fate una misurazione in A quindi puntale rosso su A e nero su com e vi viene in mente di misurare una tensione nei tester economici quasi sicuramente ve lo giocate con relativo botto!
Quindi occhio, ricordatevi di posizionare correttamente i puntali in base alla misurazione da fare


Altra funzione utile è la prova dei diodi.
Anche i tester più economici hanno tale funzione ed è utile per capire come collegare correttamente un led (magari spia benzina, olio insomma qualsiasi led aggiuntivo si voglia montare) perché se collegato in maniera errata non si illuminerà.
Quindi attivare la funzione led ( il selettore va posizionato su di una sorta di triangolo con una barretta su di un vertice), puntale nero su com e rosso su V, toccate i due capi del diodo e se il tester non indica nulla la polarità è errata, invertite i puntali e ora dovreste misurare una tensione e vedere una luce fioca accendersi sul led.
Ecco fatto!
Sul capo dove c'è il puntale nero collegherete il negativo della batteria mentre dove c'è il puntale rosso il positivo
ImmagineImmagine

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1703
Iscritto il: dom lug 25, 2010 10:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da dip » gio nov 07, 2013 9:42 pm

mark ha scritto: Altra funzione utile è la prova dei diodi.
Anche i tester più economici hanno tale funzione ed è utile per capire come collegare correttamente un led ...
Quindi attivare la funzione led ( il selettore va posizionato su di una sorta di triangolo con una barretta su di un vertice), puntale nero su com e rosso su V, toccate i due capi del diodo e se il tester non indica nulla la polarità è errata, invertite i puntali e ora dovreste misurare una tensione e vedere una luce fioca accendersi sul led. ...
Mark, scusami ma devo fare una precisazione.

Quello che hai scritto è una verità relativa.
Ovvero dipende dal tester, non è detto che su tutti i modelli funzioni.

Di regola i tester hanno anche la funzione prova diodi. Ma per DIODI, non per diodi LED.
Sempre diodi sono, ma cambiano le tensioni di funzionamento della giunzione, più alta per i led, quindi il tester potrebbe non indicare nulla ( per un LED )

P.S: ho appena provato, anche con led diversi, il mio non segna. E i led vanno, provati dopo aver eseguito la misura col tester.
Immagine Immagine
In una donna guardo gli occhi, in una moto guardo i freni.

mark
Avatar...in corso!
Avatar...in corso!
Messaggi: 11481
Iscritto il: gio mag 03, 2007 10:53 pm
Moto: Sv 650 R
Località: VA

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da mark » gio nov 07, 2013 10:07 pm

Non saprei, strano che non funzioni!
Tutti i tester che ho provato ad utilizzare hanno sempre avuto la funzione diodo e con i led non ho mai avuto problemi.
ImmagineImmagine

numberone_83
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2100
Iscritto il: gio feb 16, 2012 9:56 am
Moto: GSR 750
Località: Guidonia (RM)

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da numberone_83 » gio nov 07, 2013 10:54 pm

dip ha scritto:
Volt, Ampere, Ohm sono unità di misura, quindi si utilizzano solo ed esclusivamente al SINGOLARE.
Mi provoca un fastidio quasi fisico leggere “ La batteria da 13,5 Volts”.
Sono Volt e basta.
Oggi faccio il precisino... tanto per avvalorare la tua causa:
cit:" nomi per esteso delle unità di misura sono nomi comuni e devono sempre essere scritti con lettera minuscola (newton e non Newton), privi di accenti o segni grafici (ampere e non Ampère).

I nomi delle unità non hanno plurale, eccetto il metro, il kilogrammo, il secondo, la candela, il radiante e tutte le unità derivate, multipli e sottomultipli. "
fonte:http://www.oppo.it/normative/unita_misura_regole.htm (non sarà un'università ma mi è parso degno di nota, e poi è trai primi su google!!! :lol: ).

Aspha
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 535
Iscritto il: dom feb 13, 2011 8:12 pm
Moto: R1
Località: Monza/Brianza

Re: [GUIDA] il tester

Messaggio da Aspha » ven nov 08, 2013 9:16 pm

Bellissima e utilissima guida.
Grazie Dip! :up:
.
Non esistono assetti sbagliati. Esiste solo "poco gasssss!"

Immagine

Rispondi