Le cilindrate "inferiori"

Qui possiamo parlare di tutto il mondo delle due ruote, farci vedere le ultime tue modifiche effettuate alla moto e vantarsi delle ultime sverniciate ai danni di qualche altra moto :)
cross196
Mototurista
Mototurista
Messaggi: 155
Iscritto il: mar ott 24, 2017 2:20 pm
Moto: sv 650 2001
Località: Milano

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da cross196 » sab mag 16, 2020 10:40 pm

Ormai è veramente difficile trovare smanettoni in strada

vagabondo59
Mototurista
Mototurista
Messaggi: 92
Iscritto il: dom ott 07, 2018 8:28 pm
Moto: SV650 2016
Nome: Sandro
Località: Roma sud

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da vagabondo59 » sab mag 16, 2020 11:53 pm

cross196 ha scritto:Ormai è veramente difficile trovare smanettoni in strada
Mi sembra strano qui è pieno ,se vai nella parte alta dell'Abbruzzo è come una pista ,oltre ai locali è pieno di Romani e non solo , oltre le solite R1 Cbr Gsx ninja tantissime naked e ormai le enduro stradali sono idonee ugualmente.Immagine

Inviato dal mio SM-A202F utilizzando Tapatalk


yoda
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 748
Iscritto il: mar dic 27, 2016 6:56 pm
Moto: Hornet 2008
Località: Vicino la capitale

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da yoda » dom mag 17, 2020 11:32 pm

Mathsl96 ha scritto:
yoda ha scritto:
ven mag 15, 2020 11:58 pm
Mathsl96 ha scritto:
ven mag 15, 2020 5:59 pm
Sinceramente questo è un discorso che posso condividere parzialmente.
Se me lo dicesse un pilota esperto, potrei capirlo, ma in strada ci sarà 1 persona su 1000 che riesca a spremere bene un 650.
La maggior parte vuole solo poter dire "ho 150cv" per poter appiattire le gomme e andare al bar.

Come tanti piloti esperti dicono, non c'è paragone tra chi inizia carriera dai 250 e sale alle alte cilindrate e chi parte dai 1000.
Cambia tutto, tutto il modo di guidare, certe cose se non le impari su una piccola cilindrata sarà molto molto difficile impararle su una grossa cilindrata.
Questo è ciò che ho appreso da interviste di gente come Valentino Rossi quindi non proprio gli ultimi pirla.
Quindi avrà sempre senso produrre queste moto, un neopatentato che parte su un 1000 ora che impara ad entrare veloce come si deve in curva ci metterà anni.

Comunque io guido da pochissimo e ti assicuro che sui passi di 1000 ne ho già superato qualcuno. Poi magari arrivava il gruppo di invasati in tuta che guidano da anni, ma lì è un discorso di esperienza, non di moto
Tante belle parole, quando alla fine il succo è solo quello evidenziato, e dovevi fermarti li.
Cavolate. Significa che non sai leggere. Intanto ho riportato il parere di uno dei migliori piloti al mondo.
Quindi se uno non è esperto non può neanche esprimere un suo parere?
Diciamo che ho il buon gusto di non parlare di ciò che non conosco. Neanche per interposta persona.

Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk


Mathsl96
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1256
Iscritto il: sab feb 09, 2019 10:24 pm
Moto: SV650S 2010

Re: Le cilindrate

Messaggio da Mathsl96 » lun mag 18, 2020 1:05 am

yoda ha scritto:
dom mag 17, 2020 11:32 pm
Mathsl96 ha scritto:
yoda ha scritto:
ven mag 15, 2020 11:58 pm
Mathsl96 ha scritto:
ven mag 15, 2020 5:59 pm
Sinceramente questo è un discorso che posso condividere parzialmente.
Se me lo dicesse un pilota esperto, potrei capirlo, ma in strada ci sarà 1 persona su 1000 che riesca a spremere bene un 650.
La maggior parte vuole solo poter dire "ho 150cv" per poter appiattire le gomme e andare al bar.

Come tanti piloti esperti dicono, non c'è paragone tra chi inizia carriera dai 250 e sale alle alte cilindrate e chi parte dai 1000.
Cambia tutto, tutto il modo di guidare, certe cose se non le impari su una piccola cilindrata sarà molto molto difficile impararle su una grossa cilindrata.
Questo è ciò che ho appreso da interviste di gente come Valentino Rossi quindi non proprio gli ultimi pirla.
Quindi avrà sempre senso produrre queste moto, un neopatentato che parte su un 1000 ora che impara ad entrare veloce come si deve in curva ci metterà anni.

Comunque io guido da pochissimo e ti assicuro che sui passi di 1000 ne ho già superato qualcuno. Poi magari arrivava il gruppo di invasati in tuta che guidano da anni, ma lì è un discorso di esperienza, non di moto
Tante belle parole, quando alla fine il succo è solo quello evidenziato, e dovevi fermarti li.
Cavolate. Significa che non sai leggere. Intanto ho riportato il parere di uno dei migliori piloti al mondo.
Quindi se uno non è esperto non può neanche esprimere un suo parere?
Diciamo che ho il buon gusto di non parlare di ciò che non conosco. Neanche per interposta persona.

Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk
Secondo me invece vuoi solo rompere le balle

Teobecks
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2712
Iscritto il: lun mag 24, 2010 9:43 pm
Moto: Solo Ducati.........
Località: vicino jessi james

Re: Le cilindrate

Messaggio da Teobecks » lun mag 18, 2020 7:05 am

Mathsl96 ha scritto:
lun mag 18, 2020 1:05 am
yoda ha scritto:
dom mag 17, 2020 11:32 pm
Mathsl96 ha scritto:
yoda ha scritto:
ven mag 15, 2020 11:58 pm
Mathsl96 ha scritto:
ven mag 15, 2020 5:59 pm
Sinceramente questo è un discorso che posso condividere parzialmente.
Se me lo dicesse un pilota esperto, potrei capirlo, ma in strada ci sarà 1 persona su 1000 che riesca a spremere bene un 650.
La maggior parte vuole solo poter dire "ho 150cv" per poter appiattire le gomme e andare al bar.

Come tanti piloti esperti dicono, non c'è paragone tra chi inizia carriera dai 250 e sale alle alte cilindrate e chi parte dai 1000.
Cambia tutto, tutto il modo di guidare, certe cose se non le impari su una piccola cilindrata sarà molto molto difficile impararle su una grossa cilindrata.
Questo è ciò che ho appreso da interviste di gente come Valentino Rossi quindi non proprio gli ultimi pirla.
Quindi avrà sempre senso produrre queste moto, un neopatentato che parte su un 1000 ora che impara ad entrare veloce come si deve in curva ci metterà anni.

Comunque io guido da pochissimo e ti assicuro che sui passi di 1000 ne ho già superato qualcuno. Poi magari arrivava il gruppo di invasati in tuta che guidano da anni, ma lì è un discorso di esperienza, non di moto
Tante belle parole, quando alla fine il succo è solo quello evidenziato, e dovevi fermarti li.
Cavolate. Significa che non sai leggere. Intanto ho riportato il parere di uno dei migliori piloti al mondo.
Quindi se uno non è esperto non può neanche esprimere un suo parere?
Diciamo che ho il buon gusto di non parlare di ciò che non conosco. Neanche per interposta persona.

Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk
Secondo me invece vuoi solo rompere le balle
:o :roftl:
"Come riconoscere il Desmo? Il rumore di funzionamento è quello che va in risonanza con il cuore...è difficile distinguerlo solo per chi non può capire..."

F. Taglioni

r----y
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2105
Iscritto il: gio set 15, 2011 10:12 am
Moto: sv650

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da r----y » lun mag 18, 2020 7:13 am

:bboni:

^Juza^
Administrator
Administrator
Messaggi: 7697
Iscritto il: sab mag 20, 2006 2:33 pm
Moto: sv650s k6
Località: Aprilia sotto Roma

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da ^Juza^ » lun mag 18, 2020 8:37 am

Cerchiamo di non scadere lentamente in battibecchi (troppo) infantili ...daje...

Math....permettimi... è legittima la tua come l'opinione di Yoda.. tanto che si anche trovato in accordo con una parte del tuo messaggio ...poi ha dissentito quando hai tirato in mezzo Rossi...perche è come parlare di "ammmmmmmiocuggino"
Non ha molto senso tirare dentro pareri di piloti o quanto altro...anche perché non si parlava mica di fare una carriera da pilota pro...
La gavetta sicuramente serve...ma fondamentalmente ..perché ti permette di fare esperienza ....
Sotto questo punto di vista...Ancor più più apprezzabile a mio avviso chi, con anni di esperienza alle spalle, dice...ho avuto il bombardone..bellissimo....sicuramente meglio in toto...anche in strada... ma ora mi soddisfa anche una moto meno estrema

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Immagine

skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 1083
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: SV650 AL6
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: Le cilindrate

Messaggio da skywalker67 » lun mag 18, 2020 8:49 am

^Juza^ ha scritto:
lun mag 18, 2020 8:37 am
Cerchiamo di non scadere lentamente in battibecchi (troppo) infantili ...daje...
Dalle mie parti si dice che siamo a livelli da asilo mariuccia ... :lol:
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

yoda
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 748
Iscritto il: mar dic 27, 2016 6:56 pm
Moto: Hornet 2008
Località: Vicino la capitale

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da yoda » lun mag 18, 2020 9:06 am

^Juza^ ha scritto:Cerchiamo di non scadere lentamente in battibecchi (troppo) infantili ...daje...

Math....permettimi... è legittima la tua come l'opinione di Yoda.. tanto che si anche trovato in accordo con una parte del tuo messaggio ...poi ha dissentito quando hai tirato in mezzo Rossi...perche è come parlare di "ammmmmmmiocuggino"
Non ha molto senso tirare dentro pareri di piloti o quanto altro...anche perché non si parlava mica di fare una carriera da pilota pro...
La gavetta sicuramente serve...ma fondamentalmente ..perché ti permette di fare esperienza ....
Sotto questo punto di vista...Ancor più più apprezzabile a mio avviso chi, con anni di esperienza alle spalle, dice...ho avuto il bombardone..bellissimo....sicuramente meglio in toto...anche in strada... ma ora mi soddisfa anche una moto meno estrema

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
Veramente io ero d'accordo con la parte seria del discorso di 69libero, che sarà quel che è, ma di sicuro sa guidare ed ha voce (ed esperienza) in capitolo per parlare della differenza del guidare un 1000, rispetto un 600, in strada, come ce l'ho anche io. Infatti mi sono perfettamente ritrovato in ciò che ha scritto.
Discorsi invece che tirano in ballo le parole "piloti", "pista", "250", fanno capire che oltre a non sapere di cosa si parla, non si è nemmeno capito di cosa si parla.

Ps: avesse citato, che so, John McGuinness Michael Dunlop o Peter Hickman gliel'avrei pure fatta passare :asd: ma dubito sappia chi sono senza usare. google.


Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk


skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 1083
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: SV650 AL6
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da skywalker67 » lun mag 18, 2020 9:21 am

E Ian Hutchinson lo vogliamo lasciare nel cassetto? :lol:

Sulla serietà/veridicità di quanto espresso da Libero nel post iniziale non mi dilungo, ci sarebbe da scrivere una mezza enciclopedia sugli errori logico/grammaticali, su quelli di pura e semplice gestione economica, sulle fanfaronate mischiate a semi-verità, sul pensare che si debba sempre vivere tutti alla ricerca di una "dose" di adrenalina altrimenti non vale la pena di vivere, etc.
Magari il concetto di base sarebbe pure sensato, ma scritto da un adulto, non da un bambino.
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

yoda
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 748
Iscritto il: mar dic 27, 2016 6:56 pm
Moto: Hornet 2008
Località: Vicino la capitale

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da yoda » lun mag 18, 2020 9:48 am

mea culpa che ho scordato il mitico Hutchy :roll:

ps: d'accordissimo su tutto ;)

Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk


Ultima modifica di yoda il lun mag 18, 2020 9:48 am, modificato 1 volta in totale.

^Juza^
Administrator
Administrator
Messaggi: 7697
Iscritto il: sab mag 20, 2006 2:33 pm
Moto: sv650s k6
Località: Aprilia sotto Roma

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da ^Juza^ » lun mag 18, 2020 9:48 am

yoda ha scritto:
^Juza^ ha scritto:Cerchiamo di non scadere lentamente in battibecchi (troppo) infantili ...daje...

Math....permettimi... è legittima la tua come l'opinione di Yoda.. tanto che si anche trovato in accordo con una parte del tuo messaggio ...poi ha dissentito quando hai tirato in mezzo Rossi...perche è come parlare di "ammmmmmmiocuggino"
Non ha molto senso tirare dentro pareri di piloti o quanto altro...anche perché non si parlava mica di fare una carriera da pilota pro...
La gavetta sicuramente serve...ma fondamentalmente ..perché ti permette di fare esperienza ....
Sotto questo punto di vista...Ancor più più apprezzabile a mio avviso chi, con anni di esperienza alle spalle, dice...ho avuto il bombardone..bellissimo....sicuramente meglio in toto...anche in strada... ma ora mi soddisfa anche una moto meno estrema

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
Veramente io ero d'accordo con la parte seria del discorso di 69libero, che sarà quel che è, ma di sicuro sa guidare ed ha voce (ed esperienza) in capitolo per parlare della differenza del guidare un 1000, rispetto un 600, in strada, come ce l'ho anche io. Infatti mi sono perfettamente ritrovato in ciò che ha scritto.
Discorsi invece che tirano in ballo le parole "piloti", "pista", "250", fanno capire che oltre a non sapere di cosa si parla, non si è nemmeno capito di cosa si parla.

Ps: avesse citato, che so, John McGuinness Michael Dunlop o Peter Hickman gliel'avrei pure fatta passare :asd: ma dubito sappia chi sono senza usare. google.


Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk
Avevo mal interpretato.....ma comunque ci ritroviamo sul discorso...fonte a parte...
Per il discorso che magari non sa chi siano...bhe siamo stati tutti chi più chi meno...inesperti ...poi magari è più facile conoscere e citare rossi che è la voce principale nella generazione mediatica in cui si piazza Math....
I nomi delle road race poi da noi non vengono mai mai citati...neanche quando è in pieno svolgimento il TT o l altra tranquillissima passeggiata a Macau....



Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Immagine

Sgualfone
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 974
Iscritto il: mar apr 19, 2016 6:10 am
Moto: Caponord 1000
Nome: Daniele

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Sgualfone » lun mag 18, 2020 12:50 pm

Per essere più obiettivo possibile, le cilindrate inferiori non sono il problema dal punto di vista del motore ma dal punto di vista di componentistica perchè se metti in vendita una gsx-r 600 ed una gsx-r 1000 con neanche 1000€ di differenza ma con stesso telaio, freni, sospensioni etcc chi compra più la 600? Quindi si fa una scelta di downgradare tutta la moto per avere un divario economico maggiore e distinguere le 2 classi... ecco quindi che su strada uno smanettone che sa guidare a cui piace cercare la corda, fare un pò il biricchino etcc trova più limitante una 600 di una 1000 e siamo tutti d'accordo su questo quindi in questo senso Libero ha ragione le cilindrate inferiori sono un pò il vorrei ma non posso di moltissime persone.
Però se poi mi abbini un così accorto pensiero al fare lo smargiasso per strada dove il pericolo non è che ti faccia male tu ma che un'altro si possa fare male... beh... qui cambia completamente registro. Ricordo di quando salendo sul moncenisio uno con una suzuki vattelapesca non ricordo cosa stile motard pur di cercare di non farmi passare a tutti i costi quasi è finito in una scarpata, ok non è colpa mia ma se lui ci fosse finito io mi sarei sentito cmq in colpa perchè avrei potuto non spingerlo/forzarlo.
Aprilia Caponord ETV 1000 :vroom:

Teobecks
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2712
Iscritto il: lun mag 24, 2010 9:43 pm
Moto: Solo Ducati.........
Località: vicino jessi james

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Teobecks » lun mag 18, 2020 1:13 pm

Sono sempre e soli discorsi sul nulla più totale. In strada va più forte solo quello che rischia di più, anche in pista è così ovviamente, ma le condizioni sono differenti e quello che per strada sembra essere un fermone, magari semplicemente accetta di rischiare fino ad un certo punto, oltre non va e francamente gli dò pure ragione.

Poi fa abbastanza ridere che certe cose vengano dette da uno che ha...un 1200 nemmeno originale di ciclistica.
Quindi, che paragone può fare?

Poi che qualcuno conosca o meno il nome dei piloti del TT è un altro bel metro di giudizio...
"Come riconoscere il Desmo? Il rumore di funzionamento è quello che va in risonanza con il cuore...è difficile distinguerlo solo per chi non può capire..."

F. Taglioni

Teteno
Mototurista
Mototurista
Messaggi: 95
Iscritto il: sab set 09, 2017 5:55 pm
Moto: SV k2

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Teteno » lun mag 18, 2020 1:37 pm

Vrs ha scritto:
sab mag 16, 2020 12:59 pm
Discorso un pò troppo generico.... "un mille" si ma quali?.. ci sono i bici, i 4...quelli quasi turistici da 120cv quelli da 230 :roll:
Anch'io guido da poco, sul bitume, ma una cosa l ho sempre avuta in testa... i cc sopra 750/900 per strada sono inutili, oltre a non interessarmi...sarà che ci sono troppe curve e tornanti dalle mie parti, o forse che per me 2 ruote sarà sempre sinonimo di 2T :angelo: .
Tra l'altro forse ho trovato a buon prezzo un bel bandit 400 del 93 :roftl:
Ciao
La bandit 400 e stata la mia prima vera moto a 21 anni appena finita la naja, Ottimo giocattolino tanti giri ciclistica livello SV ma pochissima coppia ai bassi il motore ha bisogno di essere sempre su di giri, peso piuma sella bassa.
Ho bellissimi ricordi sul MSTSTRT era un fulmine.
Prendila ti divertirai

pike
uomopesante
uomopesante
Messaggi: 14936
Iscritto il: lun set 01, 2008 12:45 pm
Moto: Una

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da pike » mar mag 19, 2020 2:32 am

E io che speravo che certi discorsi da imbecilli non si vedessero più in forum "agèè" come questo.
La prima domanda che mi son sempre fatto è stata "voglio divertirmi o che altro?", quando son salito in moto. E per essere un cordolo mobile, mi son divertito veramente TANTO in moto, e secondo me è sempre divertente, se sai mettere il giusto quantitativo di attenzione.
Ci son persone che hanno il "need for speed", la necessità di andare forte se no non stanno bene. E io che ci posso fare? L'augurio è che questo bisogno non diventi lesivo per loro o per gli altri, ma la cosa che mi spaventa è quando raccontano agli altri "se non riesci ad andare forte non sei nessuno".

Ora... In strada?
L'ultima volta che ho controllato per strada c'era una cosina chiamata Codice della Strada. Ma al di là di quello c'è gente che va in giro per lavoro o andare a lavorare, animali che attraversano la strada, camion, pozze di sporco, polvere, ghiaino, guard rail, muri. Non voglio dire che io son sempre stato un angioletto, ma per strada andare forte non dovrebbe essere l'obiettivo.
Dovrebbe...

Tra i tanti soggetti che animano Youtube, ce ne sono due, uno influencer e uno pilota, che competono in campionati nazionali; uno molto più casereccio, l'altro di livello professionistico.
Hanno team, attrezzatura, preparazione fisica, una buona moto spesso recente, spesso "per loro" e basta, e tutti e due alla partenza hanno una paura fottuta.
E corrono anche in piste "vere", mica solo i toboghini di provincia.
E si fanno male, anche in toboghini di provincia con piccole moto, provando di allenarsi.
Se LORO, che bene o male uno s'è fatto la carriera in moto, l'altro riesce a pagarsi il team che lo supporta con il lavoro da influencer, si cacano sotto per la gara... Perchè debbo dire a qualcuno che se non va abbastanza forte per strada è una pippa? Voglio che si faccia male?

Se avete amici che girano in moto con voi e che vanno molto più forte di voi, e vi dicono roba simile "prendi la moto più potente", "metti le gomme più morbide", "devi andare più forte se no lascia perdere"... Cercate di capire se vi stanno spingendo oltre il vostro limite o stanno solo "giocando" con voi, per ridere e per cercare di scatenare quella sana dose di cazzeggio tra amici. Nel primo caso, lasciateli correre, andate al vostro passo, fregatevene. Nel secondo caso vi prenderanno sempre più per il kulo, quando arriverete dopo. Ma saranno contenti di dividere la chiacchierata, il panino, la bibita in vostra compagnia. Magari quando sarete arrivati vi avranno già ordinato il vostro manicaretto preferito.

Volete imparare ad andare più forte? Chilometri, volontà, attenzione, un po' di fifa, un po' di testa. Se potete permettervelo, un corso in pista per migliorare la tecnica. Per poter chiedere meno alla moto ed imparare qualcosa di più su quanto male fate voi le cose.
E se anche a voi prende il "need for speed", risparmiate i soldi dell'assicurazione e cercate di capire quanto costa andare in pista. La moto magari rischiate di distruggerla uguale, ma potreste farvi molto meno male voi.

Di leone da manubrio ce n'è tanti, spero che ne resti vivo sempre qualcuno in più, perchè possa capire che road's no place to race.
"uno di quegli utenti" Rimossa da Tequi

Mathsl96
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1256
Iscritto il: sab feb 09, 2019 10:24 pm
Moto: SV650S 2010

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Mathsl96 » mar mag 19, 2020 8:07 am

Concordo in toto. Spingendo sempre al limite, prima o poi si casca per strada e ci si fa molto molto male

Teteno
Mototurista
Mototurista
Messaggi: 95
Iscritto il: sab set 09, 2017 5:55 pm
Moto: SV k2

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Teteno » mar mag 19, 2020 8:17 am

ciao
A me e successo quello che diceva pike, caduto per superare il mio limite 15 anni fa e fa molto male,
adesso vado ad andature turistiche e me ne frego degli altri.

Mathsl96
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1256
Iscritto il: sab feb 09, 2019 10:24 pm
Moto: SV650S 2010

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da Mathsl96 » mar mag 19, 2020 8:52 am

Teteno ha scritto:
mar mag 19, 2020 8:17 am
ciao
A me e successo quello che diceva pike, caduto per superare il mio limite 15 anni fa e fa molto male,
adesso vado ad andature turistiche e me ne frego degli altri.
Il problema è quando l'asfalto e le gomme sono calde, tu sei in vena di tirare e ti trovi pure quello giusto con cui farlo.

Io ad esempio ci sono dei passi dove trovo mucche, caprioli a volte anche cerbiatti, insomma di tutto, li vado sempre piano e mi godo il panorama.
Però in molti passi le curve sono lì apposta per farti spingere al limite.
Chi le ha progettate era sicuramente un motociclista che voleva indurre gli altri ad aprire il gas

^Juza^
Administrator
Administrator
Messaggi: 7697
Iscritto il: sab mag 20, 2006 2:33 pm
Moto: sv650s k6
Località: Aprilia sotto Roma

Re: Le cilindrate "inferiori"

Messaggio da ^Juza^ » mar mag 19, 2020 9:45 am

Comunque la discussione ha preso due direzioni differenti ...in parte proprio forse per come è proposto lo stesso post di 69libero:
1) moto con cilindrate inferiori
2) comportamento da road race in strada

Partendo dal punto 2) ...c'è poco da dire...come tutti, anche se c'è chi poi un pò si contraddice giustificando il comportamento con la strada, la vena, il tipo che sembrerebbe ( solo a noi ) volersi ingarellare: la strada non è posto per girare a manetta.. e non lo sarà mai.
Ci si può far prendere dal momento ...ma cilindrata piccola o motorona..se ti dice bene.. ti sei rotto almeno la metà delle ossa.
Capire dove sta il tuo limite .. per strada.. vuol dire piantarsi contro un albero, il parabrezza della macchina che viene contro, il fosso...perche ok... starai andando al tuo limite... ma quello non comprende nessuna delle variabili che la strada ti impone...e che ti dovrebbe far accendere la lampadina.
Poi ognuno fa quel che vuole... io avendo un millone...o il mio 650... andrei cmq come ora..probabilmente poco di più...la lezione l'ho imparata alla prima uscita di gruppo con mio cugino e i suoi amici... andavano e andranno sempre più forte...e io ho rischiato più volte di stamparmi..da li per anni uscito da solo al mio passo.

Punto 1) come ha detto qualcuno qualche messaggio più su...cilindrate inferiori ..spesso significa componenstistica anche inferiore... se hai più cavalli, più coppia, una moto dal comportamento sano... le cose sono più facili...non si discute.
Il che non vuol dire necessariamente portarla a 300 kmh... libero ha fatto l'esempio della moto di piccola cubatura in due, con borse e resto,magari su un passo con tornanti.....la moto fatica, vogliamo negarlo? con una moto più prestante magari si sarebbero pennellate la curva senza batter ciglio. Nessuno dice che non si possano fare con entrambe.
Immagine

Rispondi