RPM e marce usate solitamente.

Qui possiamo parlare di tutto il mondo delle due ruote, farci vedere le ultime tue modifiche effettuate alla moto e vantarsi delle ultime sverniciate ai danni di qualche altra moto :)
Rispondi
skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 3941
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: Joyride (SV650 AL6)
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da skywalker67 » lun apr 15, 2024 1:52 pm

Una recente chiacchierata con Sniper circa la differenza di erogazione di coppia tra la SV e la sua nuova V-Strom 800 SE mi ha riportato alla mente qualche discussione fatta al CSVR 2023, che vorrei ampliare qui.

Tutto nasce da un confronto tra dip ed il sottoscritto durante il giro del venerdì, quando con lui e lorenzino abbiamo fatto un paio d'ore di curve tra Vergante e Cusio.

Parlando dei rispettivi modi di affrontare la strada (abbiamo fatto strade simili a quelle dei precedenti CSVR in appennino), è venuto fuori che io viaggiavo sempre con una marcia più bassa di dip, usando principalmente 2a e 3a, con qualche raro allungo in 4a marcia, quasi sempre tra i 5'000 ed i 7'000 rpm, laddove invece dip viaggiava tra 3a e 4a marcia, ovviamente a regimi più bassi.

Da questo raffronto mi sono accorto che io, se sono in giro a passeggio, viaggio normalmente tra i 3'000 ed i 5'000 rpm sfruttando la coppia già disponibile, ma se sono in giro a "divertirmi", ovvero in giro per il gusto di fare curve con un po' di piega, viaggio mediamente con marce più basse e regimi più elevati, come nel caso di cui sopra.

Questo (almeno nel mio caso) è dovuto alla necessità (mia) di sentire il motore bene in tiro, e di sapere che nel momento in cui lascio andare l'acceleratore ho a disposizione un freno motore molto accentuato, superiore a quello che avrei viaggiando alla stessa velocità ma con una marcia più alta.

Vedendo però la facilità con cui dip (ma anche altri, tra cui Morris durante il giro col pensionato dello scorso anno) affontavano lo stesso percorso con marce più alte e regimi di rotazione più bassi, ho iniziato a domandarmi se per caso non stessi sbagliando qualcosa, o se il tutto derivasse semplicemente da un diverso approccio alla strada: quello che per me era un giro "impegnativo", magari per altri era un giro rilassato, e il diverso utilizzo del motore non ne fosse che una diretta conseguenza.

Voi, nei vostri abituali giri in moto, su che regimi di rotazione vi collocate, in rapporto al tipo di strada che percorrete?
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

lorenzino
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 557
Iscritto il: mer set 13, 2017 5:45 pm
Moto: SV 650 S

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da lorenzino » lun apr 15, 2024 2:23 pm

Io ovviamente mi sento dispensato dal rispondere.

skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 3941
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: Joyride (SV650 AL6)
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da skywalker67 » lun apr 15, 2024 2:24 pm

E perché? Tu non c'eri con dip e me?
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

yoda
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 2043
Iscritto il: mar dic 27, 2016 6:56 pm
Moto: Yamaha MT-09SP 2021
Località: Cerveteri

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da yoda » lun apr 15, 2024 2:27 pm

Io, che ho un 3 cilindri da 120Cv, molto molto raramente supero i 5000 giri(su 11000 che potrei tirare), quando vado allegro. se invece vado rilassato mi attesto fra i 3000 e i 4000.

Ps: dimenticavo, parlavo di regimi in sesta marcia...per quanto riguarda le marce, difficillmente metto la terza, e praticamente mai scendo in seconda. Quasi solo 4°, 5° e 6°.

lorenzino
Smanettone
Smanettone
Messaggi: 557
Iscritto il: mer set 13, 2017 5:45 pm
Moto: SV 650 S

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da lorenzino » lun apr 15, 2024 2:52 pm

skywalker67 ha scritto:
lun apr 15, 2024 2:24 pm
E perché? Tu non c'eri con dip e me? Immagine
C'ero, c'ero (700 km in giornata non li avevo mai fatti...), ma la strumentazione quel giorno non era precisa... :lol:
Scherzi a parte, a orecchio giro sempre a bassi regimi, ed anche io non tiro mai le marce fino in fondo.
C'è un punto in cui il motore è abbastanza in tiro ma non ancora impiccato, cerco di stare lì...

skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 3941
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: Joyride (SV650 AL6)
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da skywalker67 » lun apr 15, 2024 2:57 pm

lorenzino ha scritto:la strumentazione quel giorno non era precisa... Immagine
Dimenticavo ... :roftl:
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

sniper765
Administrator
Administrator
Messaggi: 20482
Iscritto il: lun lug 12, 2010 4:31 pm
Moto: V-Strom800SE
Nome: mio o della moto?
Località: Velletri (RM)

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da sniper765 » lun apr 15, 2024 4:07 pm

Per quello che mi riguarda c'è una grossa discriminante alla base della guida che avevo con l'SV e quella che ho con il v-strom, e non è la posizione di guida, il peso o il tipo di moto, ma il modo con cui la moto chiude le curve.

Con l'SV quando guidavo più allegro (nei limiti del mio essere scarso) usavo la tecnica di Skywalker67 (quindi tenere una marcia in meno per un maggior freno motore) perché sapevo che l'SV chiudeva le curve in un certo modo e questo mi aiutava a chiudere/correggere quando mi serviva con o senza l'aiuto del freno posteriore.
Il v-strom ha un modo completamente diverso di chiudere le curve e ha molta più trazione al posteriore, quindi se anche entro con una marcia in più la moto non tende ad allargare, io mi preoccupo meno e la guida è più fluida.

sniper765 su V-Strom800SE 2024, Ex SV650 K7 Naked

Immagine

"avessi i soldi avrei una moto per ogni paio di scarpe ed un paio di scarpe per ogni giorno del mese..." cit. Sgualfone

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » lun apr 15, 2024 6:12 pm

A mio avviso, il modo di usare cambio/giri dipende dalla consapevolezza che si ha di se, della moto e della strada.

Con calma, stasera da pc mi spiego.
Preparate pop corn e birra, o Coca-Cola.
Sarà lungo, introspettivo e psicologico.


Carburatori Forever
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

cqdoule
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1487
Iscritto il: dom mag 16, 2010 11:13 am
Località: napoli

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da cqdoule » lun apr 15, 2024 6:23 pm

Con smt sotto i 3000 giri nn posso, scalcia.
Quindi giro 3a marcia se la velocità è ridotta (direi sotto i 60/70 ), sopra questa soglia metto la 4a.
Quindi si può dire che giro da 3000 e 7000 giri, in media attorno ai 5000.
C'è da dire una cosa però: se voglio essere "allegro" preferisco spesso tenere la terza, a costo di essere un pó più alto in rettilineo e arrivare sui 6000 (in maniera apparentemente inutile) perché voglio evitare di stare in 4a per pochi tratti e poi scalare, dovendo poi essere costretto a gestire un discreto calcio nei reni.

Se invece l andatura è molto turistica, vedi in due, spesso sto in 4a.



Con la tracer, quasi sempre 4a e molto poco la terza.


Con l sv:
Quando l ho ripresa qualche mese fa, complice l abitudine a moto più potenti e la necessità di sentire più accelerazione, sempre terza.
In quarta avevo lImpressione d nn andare un cagghio (parliamo di solite strade appenniniche dove se riesci a stare a 90 km sei velocissimo)

Inviato dal mio SM-A202F utilizzando Tapatalk

Speed.my favourite discipline.mìmìmì.

Raistlin78
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 817
Iscritto il: gio mag 22, 2003 9:54 pm
Moto: CB1000R
Località: Firenze!

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da Raistlin78 » lun apr 15, 2024 11:01 pm

Mi sembra un comportamento normale.
Passeggio marce alte
Tiratina marce basse.

Con l'sv facevo la stessa cosa e ora con il cb1000 lo faccio anche di più.
Avendo il 50% di coppia in più dell'sv con il cb tengo 3°- 4 ° marcia a giri ridicoli quando vado a passeggio dietro la mia compagna che guida la sua sv. Stessa strada fatta da single spesso è 1° 2° :D :D
Non sono pigro.Sono dinamicamente diverso.

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » lun apr 15, 2024 11:54 pm

Ciao a tutti, mi chiamo Stefano e ho preso coscienza della mia situazione:
sono motociclista dalla nascita.

Di moto, motorini, motocicli in genere ne ho avuti un po, e ne ho provati tanti.
In termini assoluti, non ho mai provato missili terra terra, ma ho guidato moto che sono pericolose già ai 100 all'ora.
Quando si è incoscienti, ovvero ragazzini inesperti dove ancora tutte le sinapsi non si sono formate ( soprattutto quelle relative alla percezione del pericolo!) si va a tutta senza pensare ad altro.
E non è detto che sia lo stile migliore!

Avendo sburantamila cavalli, andare forte è facile, si da gas, tutto gas, quando la moto è dritta.
Poi ci si attacca ai freni pregando San Brembo di riuscire a rallentare per affrontare la curva, magari anche senza andare contro mano.
Avendo pochi cavalli, e i freni a tamburo ( Suzuki TS125 anno 1987) impari che per andare forte, scusate, per andare Veloce ( inteso come Spazio percorso diviso il Tempo percorso) bisogna mantenere la velocità della moto la più alta possibile.
E avendo i freni a tamburo su ruotone anteriore da 21 pollici, va da se che i freni servono per rallentare.
Ed essendo un due tempi, il freno motore è praticamente nullo.

Con quel cesso di moto ( che ho ancora, perfettamente funzionante ma col caxxo che ci vado in giro!) in discesa per le strade dell'Appennino stavo abbondantemente davanti ai 3emezzo del tempo, o alle Aprilia Tuareg 125. In salita...spingevo.
Prima della SV, ho avuto una Aprilia AF1 125. Con i freni a disco buoni!
Ok, in salita sempre un po di fatica a stare dietro agli amici, finché non inizia il MSTSTRT .
In discesa, ciao. Ci vediamo al bar!
Passato alla SV ho avuto difficoltà, e non poche.
Ok, la velocità di punta era sicuramente maggiore, ma la Velocità ( spazio/tempo) spesso era minore con più fatica e meno divertimento.

Nel tempo, si perdono i ricordi e le buone abitudini, si vedono i piloti del moto mondiale sempre più ginocchio per terra e si immagina che quello sia il metodo per andare forte. In Strada!
Si inizia a legger di molle, precarico, sag, viscosità.
Ci si convince che il problema è la moto che ha una forcella del cavolo e un mono spompato. E già che ci si è si punta il dito anche ai freni!

Dopo essere arrivati ad appagare il nostro IO con sospensioni che sospendono e freni che frenano, continuiamo ad andare per strada guidando come ( volendo guidare come ) un pilota da MotoGp.
Dovremmo guidare come un pilota da Moto3.

FARE SCORRERE!

Siccome qualche pelo bianco lo abbiamo ormai tutti, chi più e chi meno,siamo giunti tutti alla conclusione che su strada, bisogna fare scorrere la moto.

Io mi trovo bene in curva a far scorrere, praticamente a gas chiuso ( vecchio DueTempista obbligato a fare i miracoli...) e dare gas in uscita.
In prima e seconda, anche se ho la carbu col minimo regolato a 1400 ( quando è basso) il freno motore è troppo. E se il motore gira sopra i 6000 ( ovvero è in coppia) appena si apre il gas , il 650 da un bel calcio alla gomma. In un giro a coltello fra i denti, staccavo a gas aperto e tenevo il motore in tiro per fiondarmi via appena vedevo la fine della curva.
Divertente, ma estremamente faticoso e anche un bel po pericoloso.
Super IO soddisfatto quando l'amico col TDM900 mi chiede che caspita di motore ho trapiantato nella SV.

Quindi:
marcia alta o bassa?
Dipende da quanta coppia mi serve. Ma non solo.
Dipende anche quanti giri riesco a tenere in percorrenza. Quindi per me la marcia giusta è quella con la quale percorro intorno ai 4000, o poco più.
In discesa, tengo una marcia in più, tanto basta poco gas per accelerare, quando ho mia moglie a bordo tengo una marcia in meno perché il 650 comunque ha poca coppia e potenza e per uscire dalle curve in salita, hei...mettere i piedi a terra in un tornante non è bello.

Frenare si o no?
Per me, frenare SI, ma no STACCARE alla morte. Soprattutto con le SV anche se kittate. Il telaio SV vuole essere lasciato scorrere...
Quindi frenare in approccio alla curva, ed ho da poco imparato ad iniziare le frenata col posteriore che stabilizza la moto, per poi completare la frenata con l'anteriore ( se serve ).

Sky, la differenza sostanziale fra il mio e il tuo modo di guidare è nel come affrontiamo l'approccio alla curva.
Entrambi rallentiamo senza frenare alla morte.
Io rallento col freno posteriore e poi anteriore se serve, alla necessità scalo ( tipo tornante in salita ) altrimenti faccio scorrere.
Tu scali e quindi rallenti di freno motore.

Bene o male la percorrenza è la stessa, quindi penso che la differenza di marcia impiegata sia da cercare nella differenza fra i due motori.
E non tanto come potenza, ma come erogazione. La tua è meno brusca in apertura, anzi...sotto i 5000 è quasi assente paragonata alla mia a carburatori.
Almeno, questo è quanto mi sembra di ricordare da quasi due anni fa...

E comunque, la marcia giusta è quella che ti fa battere il cuore mentre gli occhi e il sorriso illuminano la strada.
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

skywalker67
Supporter
Supporter
Messaggi: 3941
Iscritto il: mer mar 28, 2018 7:47 am
Moto: Joyride (SV650 AL6)
Nome: Luke
Località: Lago Maggiore.

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da skywalker67 » mar apr 16, 2024 8:04 am

Immagine

Dip, dì la verità, per il personaggio di "Doc" Emmeth Brown hanno preso spunto da te! :D

Scherzo, ovviamente.

Il dubbio di apertura mi veniva perchè a (quasi) parità di moto, facevamo le stesse curve alla stessa velocità ma con giri e marce differenti,
Poi, parlando con sniper, anche lui mi ha confermato che girava mediamente con una marcia in più e qualche rpm in meno, per cui ho cominciato a domandarmi se ci fosse un modo giusto ed uno sbagliato di affrontare le curve, o se (sempre a "parità" di moto) fosse una questione soggettiva.

Con la SV io cerco di far scorrere molto la moto: di solito esaurisco la frenata (diciamo rallentamento, viste le velocità a cui vado) prima di iniziare ad inclinare (a meno di aver clamorosamente sbagliato a valutare la velocità di ingresso curva) e da quel momento si piega a gas appena puntato fino a quando vedo l'uscita curva; a quel punto si inizia a raddrizzare e dare gas.
Per lo meno per me è così anche se (in effetti) la mia SV, rispetto alla tua o anche a quella di sniper, in apertura non soffre per nulla di erogazione brusca.
Io, per questioni di "sensazione del fondoschiena" non riesco ad affrontare la stessa curva alla stessa velocità ma con una marcia più alta, perchè mi sembra che la moto scorra troppo e mi scappi da sotto il sedere, nonostante la velocità sia la medesima.
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind / I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go."

"I'm a cowboy / on a steel horse I ride / I'm wanted /Dead or Alive!"

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » mar apr 16, 2024 1:00 pm

Sono abitudini.
E le abitudini cambiano per quanto cambiamo noi in base alle esperienze acquisite.

Diciamo che adatto la guida alla moto + alla strada + alle condizioni + a come sto io.


Carburatori Forever
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

zetaemme
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 3421
Iscritto il: gio lug 05, 2007 10:27 pm
Moto: SV650S K4
Località: Iseo (BS)

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da zetaemme » mer apr 24, 2024 1:27 pm

Secondo me è una domanda che in realtà non ha risposta...o meglio non ha una risposta univoca...
Se stessimo parlando di girare in pista ad alti livelli secondo me i parametri sarebbero già più allineati (pur dipendendo comunque dallo stile di guida e dal mezzo).
Per strada, considerando la guida di persone "normali", la cosa è influenzata da molti parametri: la moto (tipo di motore, ciclistica), la preferenza per uno stile di guida o un altro, la confidenza che si ha con il mezzo, l'esperienza...
Per farla semplice, presa una curva non esiste secondo me un numero di giri univoco che sia quindi l'unico esatto per quella curva.
ImmagineImmagine

la velocità non serve a nulla...se corri nella direzione sbagliata...
"Sei pronto Jack?" "Io sono nato pronto" - Jack Burton (Kurt Russell) in "Grosso Guaio a Chinatown"
Chi semina vento raccoglie tempesta :evil:

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » mer apr 24, 2024 1:48 pm

Riprendo il discorso.
Per tanti tenere una marcia inferiore e il motore su di giri è uso comune quando " ci si vuol divertire tirando".

Per me il motore che urla mi da la senzazione di essere " impiccato", quasi al limite.
Io, non il motore.
Per questo, tengo una marcia più lunga perché mi sento più tranquillo e vado più forte.( condizioni permettendo...in un tornante in salita non metto certo la terza!)


Carburatori Forever
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

Aspes125yuma
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1184
Iscritto il: sab ago 28, 2021 2:22 am
Moto: V-Strom 650
Nome: Vito, detto Yuma...

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da Aspes125yuma » gio apr 25, 2024 5:35 pm

Scusa tanto dip, ma frenare col posteriore e poi, se serve, con l'anteriore, proprio non si può sentire... O meglio, in questo caso, leggere...
Ma che ti vuoi firmare...🤦🏻‍♂️

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » gio apr 25, 2024 11:43 pm

Aspes125yuma ha scritto:
gio apr 25, 2024 5:35 pm
Scusa tanto dip, ma frenare col posteriore e poi, se serve, con l'anteriore, proprio non si può sentire... O meglio, in questo caso, leggere...
...però per una guida sicura, veloce ma non da impiccati. e soprattutto SU STRADA è per me molto redditizia.
E comunque, qualsiasi frenata si inizia col posteriore.
Stabilizza la moto, inizia a comprimere entrambe le sospensioni, dando un principio di carico alla forcella.
Per una frenata "profonda" ovviamente non appena si attacca la frenata col posteriore si agisce sul freno anteriore.

Lasciate perdere la staccata come stile di guida.
In pista è un discorso, su strada, tirare le staccate ad ogni curva significa avvicinarsi a grandi falcate al cimitero.
Poi una staccata ogni tanto ci può stare per finire un sorpasso, oppure ci si è resi conto di essere lunghi...

Ovviamente, rimane una mia personale opinione, derivata dalle mie esperienze.

Tranne l'uso combinato dei freni.
Quella è tecnica e dinamica della moto!
Come sempre, una prova consiglio di farla, anzi una bella serie di prove, su strade note e tranquille perché immagino che l'accesso ad una strada privata e chiusa al traffico sia disponibile a pochi.
Velocità costante, e ripetibile.
Frenare come di abitudine, prendendo mentalmente nota delle reazioni e del comportamento della moto.

Ripetere, frenando solo col posteriore e cercare di capire le differenze del comportamento della moto.
Ovviamete, solo col posteriore la frenata sarà luuuuuuuuuunga.

Ripetere, iniziando col posteriore ed aggiungendo l'anteriore.
La moto si scompone meno che solo frenando con l'anteriore.

Imparare e usare secondo necessità.
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

Aspes125yuma
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 1184
Iscritto il: sab ago 28, 2021 2:22 am
Moto: V-Strom 650
Nome: Vito, detto Yuma...

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da Aspes125yuma » ven apr 26, 2024 12:31 am

L' SV avrà al massimo, ma proprio a volergli tanto bene, un 30% di potenza frenante al posteriore. E sono stato generoso. Dimmi tu come fai ad andare non dico forte o veloce, ma anche solo "brillante" frenando solo col posteriore. Il rear brake lo uso anch'io, ma è quell'aiutino che tiene un pelo la moto più bilanciata e meno scomposta, e che ti chiude meglio la curva. Ma in ingresso, freno davanti ben saldo nell'indice e medio, e alleggerire mentre si piega. Almeno, io faccio così. E giri motore tra i 4 e 5 mila.
Ma che ti vuoi firmare...🤦🏻‍♂️

dip
Pilota Ufficiale
Pilota Ufficiale
Messaggi: 4242
Iscritto il: dom lug 25, 2010 11:42 am
Moto: SV 650 K2
Nome: Stefano
Località: Faenza ( Ra )

Re: RPM e marce usate solitamente.

Messaggio da dip » ven apr 26, 2024 12:36 am

Boh...
Non so se sono almeno brillante, ma sono più rilassato e tranquillo.

E non è che non freno mai con l'anteriore.
Cerco di fare le curve il più scorrevole possibile, freno se serve.


Carburatori Forever
Immagine
Ora che so di non sapere, sto imparando ad imparare

Rispondi