Modifica dimensione carattere
Oggi è mer ott 24, 2018 7:00 am
Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni. Sono inoltre presenti cookie di terze parti, esterni al software phpBB, relativi a (titolo esemplificativo e non esaustivo) Google Adsense, Youtube, ImageShack, Histats, Google+, Twitter, Facebook, (e altri Social Network), e ad altri siti. La navigazione su questo forum, implica la completa accettazione dell’utilizzo di ogni tipologia di cookie esistente su sv-italia.it.
VECCHIO FORUM


Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 19 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 14, 2018 10:23 am 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Ben. Dopo un po' di utilizzo ho voglia di scrivere tutto quello che penso di questa moto.
Preciso che sono un neopatentato da un paio di mesi. Ho una larga esperienza di guida su monomarcia, ma su una moto 24/24h 7/7gg non ci ero mai stato.

La scelta della nuova SV650A è stata fatta in base alla sua estetica, che personalmente mi fa impazzire, e ad un motore della quale ho sempre sentito parlar bene. Ho beccato occasioni usate delle vecchie SV, ma io la volevo nuova per un solo motivo: "la mia moto devo guidarla solo io, e dovrà durarmi finché avrò la capacità di guidare".

L'estetica
De gustibus. C'è a chi non piace, c'è a chi fa impazzire. Io ricado nella seconda categoria. La sua "crudezza" anni '90 le dona quel fascino immortale che non può avere una moto di nuova generazione. Sicuramente chi vede una Z750 del 2007 oggi dirà "è bella", ma anche "è il modello vecchio". Chi vede questa invece, sia oggi, sia tra 10 anni, non potrà dire "sa di vecchio", perché è proprio quello il bello della moto. Chi cerca l'appariscenza non cerca questa moto.

Facilità d'uso
La strumentazione è completa, ha tutte le informazioni che possiamo immaginare. Marce, temperatura, benzina, contagiri, 2 contachilometri azzerabili (ad esempio se vogliamo misurare i chilometri di un viaggio e i chilometri che facciamo con un pieno contemporaneamente), consumo medio e istantaneo, possibilità di impostare Chilometri o Miglia orari. Ha tutti i pezzi a portata d'occhio, è veramente nuda. Una perdita la si riconosce subito e anche chi ha poca dimestichezza ha la possibilità di metterci su le mani senza fare tantissimi danni.

Guidabilità
In città è davvero eccellente. È leggera, pratica, l'RPM non la fa spegnere mai. L'ABS ti aiuta tantissimo. In più la sua posizione di guida ti permette di gironzolare per intere ore e scendere senza avvertire alcuna stanchezza. L'unica pecca, non so se lo fanno tutte le moto, si ha quando si guida dietro i camion su strade ad alta percorrenza. Il loro vento ti fa sbandicchiare, il sorpasso è obbligatorio.
Concordo con chi mi diceva che i freni avrebbero potuto farli meglio. Ho dovuto frenare bruscamente dai 110 km/h a zero in svariate situazioni, e ammetto che qualcosa di più "pinzante" non sarebbe affatto male, soprattutto sul posteriore. Vedremo le novità Brembo del 2018 e la possibilità di poterli sostituire con qualcosa di più al mio gusto.

Il motore
Eccezionale. Il suo suono è davvero melodia con lo scarico originale. È sempre pronto. Tenendo presente che sono quasi ai suoi 800 chilometri, e che quindi non l'ho mai tirata oltre i 5000 giri, non ho mai girato la manopola oltre il centimetro circa e le soddisfazioni già sono tante. La velocità massima raggiunta, al momento, è di 110 KM/h, ma fino a quella velocità non c'è auto o scooter che sappiano starmi avanti. Non parlo di moto perché ho ancora paura di fare curvoni e manovre azzardate, quindi parto svantaggiato già come guidatore. Da freddo a caldo il rombo cambia. Appena la moto è pronta per essere sgasata la "senti", la temperatura sul tachimetro è quasi inutile.

Il cambio
All'inizio bisognava fare un po' di forza con il piede, ma più la guido più sembra sciogliersi. Basta sfiorare il comando per innestare le marce. Diversamente la scalata, è un po' più dura ma credo sia per poterci appoggiare il piede mentre si viaggia.

I consumi
Si riempie con 15-20€ di benzina, dipende se la si rifornisce tenendola sul cavalletto o in verticale. Il primo pieno l'ho consumato con tutta la parsimonia del mondo. Mai accelerate brusche (sempre nel limite dei 5000 giri), ma sempre accompagnata dolcemente e la moto ha percorso 330 km circa prima di accorgermi che la riserva cominciava a lampeggiare. Il secondo "giro" l'ho fatto in maniera un po' più golosa e ci ho tirato 290 km. Credo che solo questo la renda la compagna giusta di tutti i giorni.

I miei voti?
In viaggio 5/10, essendo una nuda diventi bersaglio dell'aria. Sconsiglio per chi deve fare lunghissimi tragitti in velocità.
In città e in gita 8/10. Comoda, maneggevole, per niente stancante, e per niente assetata di benzina. Io non sono un amante delle alte velocità, come la mia morosa, ci piace goderci i paesaggi e non fare sorpassi azzardati o curve piegate. Il suo prezzo giustifica pienamente quello che è il mezzo. Ovvio che poi c'è di meglio, forse anche allo stesso prezzo, ma se tornassi indietro non solo la ricomprerei uguale, la comprerei prima.

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 14, 2018 11:21 am 
Piegatore
Piegatore

Iscritto il: mar apr 19, 2016 5:10 am
Messaggi: 381
Moto: V-Strom 650 XT
Nome: Daniele
Sicuramente è stata e sarà una moto molto godibile... ottima per passeggiare, agile in mezzo al traffico e divertente tra le curve... paga pegno il non aver cupolino e ti becchi tutta l'aria e le turbolenze!
Vorrei solo consigliarti in marcia non si tiene il piede sulla leva del cambio nel modo più assoluto così come non va tenuta sul freno posteriore che mi pare di capire trovi poco incisivo ma va bene perchè serve a correggere le curve e a rallentare la moto se ci dai troppo dentro e scali pure una marcia mentre freni anche con l'anteriore ti trovi con il kulo che se ne va cosa che ancora non hai provato grazie all'abs, su quelle precedenti lo avresti già vissuto abbondantemente! mentre per il fatto che senti il cambio duro al primo cambio olio ti farai mettere il motul 5100 che è quello che consiglia suzuki e vedrai che come sulla mia v-strom sarà leggerissimo e morbidissimo!!
Sezione consumi dovresti aver un'evoluzione del mio motore che sotto la mia V-Strom con bagagli etcc al collo fa 15-17km/l mentre a passeggio arriva a 24km/l quindi miglioreranno sicuramente.

Ho letto in un'altro tuo post che ti chiedevi se avessi fatto bene a spendere subito tutto per una moto nuova senza poter fare modifiche... beh secondo me si! Sei all'inizio quindi goditela così poi con il tempo pian piano che passano i km inizierai a sentire cosa vuoi migliorare e lo farai negli anni così ti accompagnerà migliorando sempre e te la terrai per molto tempo :) in più saprai sempre com'è stata trattata e la sua storia! ;)

Divertiti e goditela!

Non vedo l'ora di poter tirare fuori la mia per le mie gite :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 14, 2018 12:13 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Ah io me la sto godendo con pioggia, nebbia e tutto il resto. Nel weekend lavata obbligatoria perché sembra un'enduro appena dopo una gara :lol:

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 14, 2018 10:17 pm 
Piegatore
Piegatore

Iscritto il: gio mag 22, 2003 8:54 pm
Messaggi: 392
Località: Firenze!
Moto: CB1000R
Non tenere MAI il piede sulla leva del cambio mentre vai. E neanche sotto.
Anzi...abituati a guidare "in punta di piedi" cioè con la parte anteriore del piede appoggiato sulla pedana. E' piu facile spingere in curva e hai più luce a terra quando ,piano piano, inizierai a piegare un pò di più..... io c'ho rimesso una scarpa e ho rischiato la caviglia....
L'sv non ne ha moltissima (di luce a terra intendo) e le pedane passano vicine all'asfalto piuttosto facilmente.Non importa essere il marquez della situazione.

Per i freni credo tu abbia già letto questo : viewtopic.php?f=1&t=287608

Poca spesa e tanta resa.

Cupolino..... l'sv è una nuda. Ci puoi mettere tutti i cupolini che vuoi,ma l'aria la prenderai comunque.
L'unica soluzione è un parabrezza tipo sputer.... :noia: :noia: :roftl: :roftl: :roftl:
Rassegnati.Con una nuda qualsiasi i viaggi in autostrada sono un calvario...... io sono circa 10 anni che non la prendo!!!!! E quando avevo l'sv avevo la S....
Sono anni che viaggio facendo solo statali!!!!

_________________
Non sono pigro.Sono dinamicamente diverso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: lun mar 19, 2018 3:02 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Raistlin78 ha scritto:
Per i freni credo tu abbia già letto questo : viewtopic.php?f=1&t=287608" onclick="window.open(this.href);return false;


Ti rispondo di la

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 28, 2018 8:49 am 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Venerdì mattina ho il tagliando dei 1000. Ieri sera leggendo il libretto delle istruzioni ho notato che dopo gli 800Km è possibile portare la moto fino ai 7500 giri. POR*A PUT*ANA stamattina sembrava una fot*uta dannata. Fino ai 5000 va che una meraviglia. Dolce, accompagna le curve, sorpassi ugualmente rapidi ma fatti con dolcezza. Appena si superano la moto comincia a farsi sentire veramente cattivissima. Da zero raggiungo i 150 in più o meno 7 secondi!!! Io una roba del genere proprio non me l'aspettavo.

Prima di questi ho guidato qualsiasi scooter, tantissimi elaborati. Ho guidato tanti T-Max modificati in accelerazione, da adrenalina, ma questa SV non da proprio partita. Sono arrivato a lavoro che tremavo :o

Domanda stupida: Durante il primo tagliando levano le "limitazioni" come agli scooter?

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 28, 2018 9:08 am 
Supporter
Supporter

Iscritto il: lun lug 12, 2010 3:31 pm
Messaggi: 14534
Località: Velletri (RM)
Moto: SV650N K7
Nome: mio o della moto?
La parte sui t-max te la potevi risparmiare :lol: Scherzo (anche se non troppo).
Se la metti così aspetta un pochino prima di provare un k1300, o una supersportiva a cilindrata "piena" :asd:
Comunque le tue sensazioni riguardo il "cambio di passo" del motore dopo un certo regime sono corrette, su questo siamo d'accordo.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 28, 2018 10:26 am 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
sniper765 ha scritto:
La parte sui t-max te la potevi risparmiare :lol: Scherzo (anche se non troppo).


Ho lavorato per 2 anni in un concessionario di moto e scooter in provincia di Napoli, e ogni giorno usavo un mezzo diverso. Le moto le ho "guidicchiate" con prudenza 1 perché non avevo patente di nessuna categoria A, 2 perché ero proprio neofita. Con gli scooter però ci davo dentro.

Napoli, poi si sa, è il regno dei T-Max elaborati (al tempo anche Runner 180, sempre elaborati).

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mer mar 28, 2018 12:27 pm 
Piegatore
Piegatore

Iscritto il: gio mag 22, 2003 8:54 pm
Messaggi: 392
Località: Firenze!
Moto: CB1000R
E aspetta di passare gli 8000!!! Comunque le tue impressioni sono giuste. L'sv cambia carattere appena passi i 6000 giri.


Tmax elaborati..... Quanti cv potranno mai avere... 50?? Con quanta coppia?? Non puoi fare paragoni tra uno sputer e una moto!!!

Inviato dal mio grosso coso

_________________
Non sono pigro.Sono dinamicamente diverso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 1:29 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: mer mar 28, 2018 6:47 am
Messaggi: 192
Moto: SV650 2016
Nome: Luca
A questo punto, dopo circa 1'500 Km fatti con la SV 2016 (presa a settembre, usata con 1'900 Km all'attivo), aggiungo anche le mie impressioni, ovvero quelle di un patentato da 30+ anni alla sua prima moto (ma da sempre vespista su un PE200 dei lontani anni '80).

La linea è quella che me l'ha fatta scegliere: essenziale, leggermente retrò, con linee tutto sommato morbide e "rassicuranti" (le concorrenti, vedi ad es. MT-07 e Z650, mi sembrano tutte uscite dalla matita di un disegnatore di cartoni animati giapponesi).

Io (come detto) provengo da una vita in scooter per cui, per motivi di confidenza, per me era abbastanza fondamentale avere una seduta bassa, dove da fermo potessi toccare comodamente terra (sono alto 174cm), e la SV rispetta in toto questa mia necessità: nonostante sia stata dotata dal precedente proprietario della sella a coste (leggermente più alta di quella nera di serie, ma infinitamente più comoda) arrivo a toccare terra con entrambe le piante dei piedi, cosa che mi tranquillizza parecchio dato il peso da ferma quasi doppio rispetto a quello a cui ero abituato.
Per mia comodità ho ruotato in avanti il manubrio, fino a renderlo quasi verticale, in modo da obbligarmi a tenere la colonna vertebrale leggermente protesa in avanti ma dritta; con la posizione originale del manubrio assumevo quella posa leggermente cifotica (gobba, insaccata, da "pugno nello stomaco") che a lungo andare in sella mi causava fastidi alla schiena ed intorpidimento alle braccia.

I comandi li trovo abbastanza razionali e ben disposti, con un unico appunto (per la verità di poco conto) circa la vicinanza del clackson al pulsante delle frecce direzionali: sarò impedito io, ma con i guanti mi capita a volte di suonare inavvertitamente il clackson quando cerco di disinserire le frecce.
Nulla da dire sulla strumentazione, davvero completa e ben visibile: c'è tutto quello che potrei volere, disponibile a colpo d'occhio.
Freno anteriore e frizione sono comodamente raggiungibili e tutto sommato non richiedono una grande forza di azionamento, anche se la frizione riesco ad azionarla comodamente con tre dita; per farlo con sole due avrei bisogno di averla più ravvicinata alla manopola (ah, se solo fosse regolabile come il freno ... magari in futuro cambierò le leve), mentre il freno è facilmente azionabile con indice e medio.

Parlando di freni, quello che avevo letto sul forum prima dell'acquisto mi aveva un po' spaventato, ma in realtà io non ho ancora avvertito questa carenza di potenza frenante; probabilmente è per via di una serie di concause, prima fra tutte l'andatura da principiante a cui vado, unita magari al fatto che provengo da un vespone con freni a tamburo dove per fermarsi era necessario lancire un ancorotto da abbordaggio verso il palo più vicino (persino la mia mountain bike frena più decisamente...).

L'erogazione della potenza motore mi ha davvero stupito: l'ho trovata incredibilmente lineare su praticamente tutto l'arco di giri motore. Questo lo trovo di grande aiuto per un neofita che non deve così fare i conti con improvvisi vuoti, aumenti di potenza o strattoni a seconda del numero di giri.
E parlando di motore, trovo il Low RPM Assist una gran comodità per chi è alle prime armi, visto che mi ha salvato la faccia in parecchie situazioni in cui avrei probabilmente fatto spegnere il motore: penso alle prime partenze in salita, oppure ad alcuni tornanti a destra molto stretti (sempre in salita) dove, complice inesperienza e scarsa confidenza con il mezzo, mi sono ritrovato a gas chiuso e numero di giri veramente minimo.

In generale sono piacevolmente sorpreso dalla incredibile agilità della moto, il vespone era un ferro da stiro in confronto: ad andatura tranquilla mi sembra di essere in sella alla mia mountain bike per quanto è facile farla girare sulle strade di collina/montagna delle mie parti.

Il cambio mi sembra sufficiente, non richiede grandi sforzi per l'azionamento ma a volte mi sembra un po' impreciso: mi capita di "mancare" la terza nel passaggio dalla seconda, nonostante l'azionamento della leva fino a fondo corsa, e a volte da fermo non permette di scalare una o due marce fino al folle, devo ricordarmi di farlo in fase di frenata (tipicamente in arrivo ad un semaforo) altrimenti devo spingere la moto avanti ed indietro fino a trovare il punto in cui riesco a scalare le marce. Forse si tratta di una cosa normale per le moto, ma non ho esperienza.

Sulla potenza del motore non commento: è sicuramente più di quanto potrei mai riuscire a sfruttare in tutta la mia vita, e decisamente sufficiente a liberarmi in poche decine di metri dei "passeggiatori a quattro ruote" che si trovano d'estate a pascolare sulle strade del lago Maggiore.

Certo, l'assenza di qualunque tipo di riparo dall'aria in autostrada si fa sentire: fino a circa 120Km/h la pressione è tutto sommato agevolmente sopportabile (anche se ho provato solo per brevi tratti, circa 20/30 Km), ma appena si va oltre diventa davvero faticoso resistere; poco male, tanto la moglie già ai 90 comincia ad agitarsi in sella, e in autostrada penso ci capiterò poche volte (il Sempione ed i passi svizzeri mi stanno aspettando ansiosamente ...). :-D

Parlando della zavorrina, effettivamente non è che ci sia molto spazio in sella: ce la si ritrova parecchio abbracciata, per non dire abbarbicata, addosso, complice anche la forma della sella che ne favorisce lo scivolamento in avanti e l'assoluta mancanza di appigli (chi glielo spiega in Suzuki che quella specie di cinghia sulla sella è buona forse solo per alzarla quando cerchi di aprirla?).
Qualche miglioramento si ottiene montando la staffa originale Suzuki porta bauletto, veramente poco invasiva e ben disegnata in confronto a quelle aftermarket (ma con l'inconveniente di costare quasi il doppio e richiedere il taglio di parte delle sagomature laterali in plastica): la parte iniziale delle staffe che fiancheggia il codone, prima di arrivare al bauletto, è in posizione abbastanza comoda per essere utilizzata come maniglie laterali, e se questo non bastasse si può sempre mettere uno schienalino al bauletto per favorire l'appoggio.

In definitiva, la trovo una moto davvero azzeccata per iniziare, anche se (probabilmente) un motociclista più smaliziato troverebbe parecchi difetti; come entry level però devo dire che è (quasi) perfetta.

_________________
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind /
I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go.
"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 1:55 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
I maniglioni della Waltermoto costano 60 euro. Già chiesto al mio rivenditore.

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 2:14 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: mer mar 28, 2018 6:47 am
Messaggi: 192
Moto: SV650 2016
Nome: Luca
Sono queste?

Immagine

Se si, non interferiscono con il montaggio della staffa originale porta bauletto?


Allegati:
Suzuki SV650 Kit+Piastra Bauletto.jpg
Suzuki SV650 Kit+Piastra Bauletto.jpg [ 149.67 KiB | Osservato 3120 volte ]

_________________
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind /
I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go.
"
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 2:21 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Si, sono proprio queste. Riguardo all'incompatibilità con il bauletto penso proprio di si, guardando le foto. Io problemi non me ne faccio perché tanto il bauletto non lo monto. Si dovrebbe fare una prova cmq

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 5:46 pm 
Supporter
Supporter

Iscritto il: lun lug 12, 2010 3:31 pm
Messaggi: 14534
Località: Velletri (RM)
Moto: SV650N K7
Nome: mio o della moto?
Vorrei farti un appunto per quanto riguarda il cambio: sicuramente deve ancora sciogliersi e quindi vedrai che col passare dei chilometri migliorerà, mentre il fatto di scalare le marce quando sei ancora in movimento quello è d'obbligo con qualsiasi moto.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 8:40 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: mer mar 28, 2018 6:47 am
Messaggi: 192
Moto: SV650 2016
Nome: Luca
sniper765 ha scritto:
Vorrei farti un appunto per quanto riguarda il cambio: <...> il fatto di scalare le marce quando sei ancora in movimento quello è d'obbligo con qualsiasi moto.


Immaginavo.
E' per quello che ho scritto che magari era una cosa normale, ma la mia inesperienza non mi permetteva di saperlo.
E' una (a questo punto cattiva) abitudine presa in vespa: a volte arrivo nei pressi dei semafori rallentando si, ma senza scalare tutte le marce fino alla seconda o al folle. D'ora in poi ci starò attento.

_________________
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind /
I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go.
"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 9:14 pm 
Piegatore
Piegatore

Iscritto il: gio mag 22, 2003 8:54 pm
Messaggi: 392
Località: Firenze!
Moto: CB1000R
Si, il clacson è messo un pò a membro di segugio.La mia ragazza suona spesso prima e dopo aver girato!!! :D :D :D

La cinghietta è inutile.E' stata la seconda cosa che è scomparsa dalla moto per finire in una scatola in garage. La prima sono stati i piolini sotto le pedane.Orribili.

Il cambio.Come già detto in moto ci si ferma in prima. Anche perchè il freno motore dell'sv è un valido sostituto dei freni. Piano piano imparerai a usarlo.
Cmq le marce dovrebbero entrare anche a moto ferma.Probabilmente è un problema di gioventù....

_________________
Non sono pigro.Sono dinamicamente diverso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: gio mar 29, 2018 9:37 pm 
Postino
Postino

Iscritto il: mer mar 28, 2018 6:47 am
Messaggi: 192
Moto: SV650 2016
Nome: Luca
Raistlin, non ci crederai, ma i piolini erano spariti già due giorni dopo aver ritirato la moto dal concessionario. :lol:

In realtà io sono uno che usa tantissimo il freno motore, sia in auto che in moto: di solito quando devo rallentare scalo marcia, i freni sono l'ultima cosa che tocco, ma a volte (mi capita quando sono sovrapensiero) lascio semplicemente andare l'acceleratore e "mi ci addormento sopra" ... :oops: tirando poi la frizione quasi da fermo per non far spegnere il motore ... ora che lo so cercherò di restare sveglio. :D

_________________
"Now I'm leaving my worries behind / Feel the freedom of body and mind /
I'm starting my journey, I'm drifting away with the wind, I go.
"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mar apr 10, 2018 9:06 am 
Postino
Postino

Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:55 pm
Messaggi: 232
Moto: SV 650 '17
Nome: Francesco
Recensione opinione continua sui consumi. Faccio almeno 300 km a settimana per il lavoro, quindi se ci metto le uscite nel weekend ne faccio molti di più, e ho fatto 3 pieni con 3 stili diversi di guida. Costo medio del pieno 15€ (circa 10 l), centesimi in più, centesimi in meno. Per pieno consumato intendo dal pieno totale (messo con moto in verticale precisa) fino all'avviso della riserva, ciò significa che resta benzina nel serbatoio, non la lascio a secco.
- A manetta
Dopo il primo tagliando ho deciso di darle un po' di pepe così da risvegliarla un po'. Ho beccato la settimana asciutta quindi ci ho dato dentro. Sorpassi azzardati, ingarellate con macchine di vario livello quali Porche, BMW (che sul tipo di tragitto non hanno scampo, non è autostrada aperta). Mai sotto ai 4000 giri, e accelerate sempre almeno fino ai 7000 giri. Ca**o se corre. Sono arrivato a percorrere 210 Km.
- Con calma, ma non troppo
Ho guidato con accelerazione non oltre i 5000 giri, ma con accelerazioni rapide. Sorpassi immediati fino a raggiungere velocità di punta a 110Km/h. Ha percorso 110 Km in più. Sono arrivato a 320 Km.
- Guida "nonnosa"
Nonno, fatti da parte, ti faccio vedere io come vado piano. Sono arrivato ad accelerare fino a 6000 giri, ma con accelerazioni lentissime. Se c'era un sorpasso rapido da fare lasciavo perdere, se ero solo acceleravo fino ai 120 Km/h. Acceleratore dosato come se avessi nel serbatoio l'ultima benzina della Terra. Mai più, è stata un'agonia. 365 Km percorsi.

Faccio presente che sono i chilometri arrotondati per difetto di 5 Km appena mi accorgevo della riserva lampeggiante. Non ho sempre gli occhi sul tachimetro.

_________________
Prima ero triste e monotono. Adesso ho una SV.
- Diario della mia SV
- Il mio blog informatico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Opinioni della nuova SV 650 2017 da un neopatentato
MessaggioInviato: mar apr 17, 2018 10:58 pm 
Smanettone
Smanettone

Iscritto il: gio mag 18, 2006 12:26 am
Messaggi: 604
Località: Roma
Moto: Multistrada 1260 s
Capisco che la prima moto da emozioni irripetibili ed è giusto che sperimenti, acceleri e corri ma prima capisci che "ingarellarti" non serve a nulla e meglio è per te e anche per gli altri.
Lo so che è difficile trattenere polso

_________________
2OCCHI, 2ORECCHIE, 2BRACCIA, 2GAMBE......2CILINDRI!!!!

<img src="http://www.sv-italia.it/ForumSigns/pet16_dscf0604db8.th.jpg">


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 19 messaggi ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
610nm Style by Daniel St. Jules of Gamexe.net

Traduzione Italiana phpBB.it