ART. TECNICI
Antifurto
Antifurto Economico
Cambio Olio
Codici Colori
Coprisella PyramidPlastic
Frecce supporto
Kit Forcella
La Forcella
Lavaggio Catena
Leva Cambio
Manuale sv650 2k3
Modifica 3
Montaggio scarico
Orologio
Orologio Dgt
Parafango ant
Parafango post
Pedane Dilone
Porta Targa (by Giangy)
Porta Targa (by Tello)
Porta targa Road Racing
Presa Accendisigari
Raffreddamento regolatore
Rimessaggio invernale
Scarico - Montaggio
Schemi SV
Sfilare la Forcella
Sincronizzazione Carburatori
Sonda Benzina
Tagliando
Termometro
Trapianto Avantreno
Trasmissione Finale
Tubi in Treccia
Tuning Carburatori

MENU
Forum
E-Shop [chiuso]
Gallery
Pneumatici
HomePage
Articoli Tecnici
Itinerari e Viaggi
Chat irc
Raduni
Motoclub
Archivio 2002-2005


MONTARE I TUBI DEI FRENI IN TRECCIA ..by Lux72

Bene... eccomi qua alle prese con la sostituzione dei freni. La nostra motina monta tubi freno in gomma. Dopo qualche anno, ma anche meno, le proprietà frenanti cominciano a degradare sostanzialmente per due motivi: il liquido dei freni è vecchio e i tubi (in gomma, appunto) risentono del cosiddetto "effetto polmone" (dilatazione della gomma su sollecitazione della pressione frenante). Come ovviare? Beh... sostanzialmente in due modi: si va da un concessionario Suzuki, si comprano i tubi nuovi in gomma originali, si dice "ciao ciao" a mezzo stipendio e dopo due anni si ricomincia..... Oppure, si compra un bel KIT aftermarket in treccia, si spende poco e dura in eterno.

Perchè treccia è meglio? Semplice, soffre meno... ma molto meno.... del succitato "effetto polmone", di conseguenza la frenata è sempre modulare e duratura nel tempo. Ovviamente, l'olio dei freni deve comunque essere cambiato ogni 2 anni, ma solo quello.

Delle varie marche presenti sul mercato, voglio concentrarmi su FRENTUBO, non per far pubblicità (... mi pagassero almeno...) ma perchè è la più diffusa e la più semplice da reperire. Ad oggi Frentubo mette a disposizione 4 KIT, confezionati a seconda del modello di moto.

KIT 1 : E' composto da tubi in treccia d'acciaio e raccordi in acciaio. Sono i più economici, i più pesanti ed esteticamente meno gradevoli, visto che vengono ricoperti da una guaina a spirale di plastica nera (poi, vai a sapere i gusti....). Costo indicativo: 80-90 Euro

KIT 2: E' composto da tubi in treccia d'acciaio e raccordi d'alluminio. Costano un pochino di più dei precedenti, sono un filino più leggeri ed esteticamente sono ricoperti da una guaina trasparente, lasciando intravedere la treccia in metallo. Costo indicativo: 100-110 Euro

KIT 3: E' composto da tubi in kevlar e raccordi in ergal. Costano decisamente di più, sono molto leggeri ed esteticamente sono ricoperti da una guaina azzurra e i raccordi sono colorati. Costo indicativo: 115-125 Euro

KIT CarbonTech:

Ora... la scelta è molto personale, sappiate che in termini di sicurezza non c'è nessuna sostanziale differenza. Forse, il KIT 3 e il CarbonTech (in virtù dei costi e della leggerezza/resistenza) sono più indicati per un intenso uso in pista, ma anche su strada vanno benissimo, così come gli altri si possono usare tranquillamente per qualche giretto in pista.

Io ho scelto il KIT 1, perchè costa meno e perchè se voglio guadagnare leggerezza.... ottengo più risultati rinunciando alla crostata della mamma :-)

Altra nota: so di gente che mette in dubbio la tenuta dei raccordi in ergal, perchè ha "sentito dire" che scoppiano.... Beh, vi assicuro che se usate gli strumenti giusti i vostri raccordi in ergal durano per tutta la vita della vostra motina.

Passiamo al dunque.... Acquistate il KIT che preferite e un buon olio dei freni. Attenzione: in commercio vi sono sostanzialmente due tipi di olio, il DOT4 e il DOT 5.1. Non entro nel merito delle proprietà chimiche... vi dico solo che il DOT 5.1 serve solamente nel caso in cui usiate la moto esclusivamente (o quasi) in pista. E' un olio molto performante, ma che dura anche poco (qualcuno mormora 4000-5000 KM). Se usate la moto in strada e fate solo qualche puntatina in pista ogni tanto, mettete un buon DOT4. Io ho messo il Castrol Super DOT4.... me ne hanno parlato bene. Se non siete esageratamente spreconi, una confezione da 250 ml vi basta per riempire i serbatoi e fare gli spurghi. Costo indicativo: 5-6 euro

Bene, ora recuperate quanto segue:

- Qualche tubicino in plastica trasparente (tipo quelli della benzina) da collegare agli spurghi delle pinze.Diametro esterno 7 mm , diametro interno 5 mm. Io ne ho preso al Brico 2 metri (0,60 Euro al metro) e poi l'ho tagliato in 4 pezzi: con due scarico l'olio vecchio, con gli altri spurgo quello nuovo

- Chiave dinamometrica. I raccordi vanno stretti con una ben precisa coppia di serraggio. Soprattutto se usate l'ergal, è fondamentale stringerli correttamente, onde evitare sorprese. Purtroppo, oltre a costare una cifra (dalle 80 Euro in su), questa chiave la trovate solo nei negozi specializzati... almeno così credo, visto che né al Brico né in altri centri commerciali sono riuscito a trovarla. Per fortuna che Rocky, un mio carissimo amico, ne aveva una.

- Stracci... molti stracci... Oppure (come nel mio caso) un vecchio elenco del telefono

- Guanti di gomma : l'olio dei freni non è proprio come quello d'oliva, al contatto con la pelle non fa molto bene

- Vasetto per la raccolta del liquido vecchio

- Attrezzi vari: pinze, chiavi, cacciaviti.....

Se non avete anche solo una delle cose appena citate, lasciate stare ! Ne va della vostra sicurezza

Allora... come prima cosa, se avete qualche amico che l'ha già fatto, chiedete a lui :-).... Io mi sono letto bene il forum, il manuale d'officina e ho chiesto aiuto a Max (Max1sp).... Di tutto questo sono giunto a questo articolo.

N.B. Meglio se tenete la moto in posizione verticale, magari mettendola sul cavalletto posteriore.

Cominciamo smontando la carena (per la versione S)... beh, se non lo sapete fare, lasciate stare e portate la moto dal mecca...

Cominciamo a smontare il vecchio impianto, partendo dall'anteriore.

Mettete un po' di stracci o carta sotto il manubrio (1), sul parafango...ecc..

(Smontando i raccordi, un po' d'olio vi scapperà... Gli stracci o la carta, vi eviteranno di rincorrerlo lungo la moto)

Mettete anche un po' di stracci o carta tutto intorno alla moto.

Svitate il tappo del serbatoio del liquido dei freni anteriori (2).



Collegate due tubicini trasparenti agli spurghi delle pinze (3=Pinza destra, 4=Pinza sinistra)


Fate convergere questi tubi in un vasetto in cui raccoglierete il liquido vecchio

Svitate di un quarto di giro lo spurgo destro (chiave dell' 8) e cominciate a pompare con la leva del freno anteriore.





Dovreste cominciate a vedere un liquido "marroncino" scorrere lungo il tubicino e finire nel vasetto.

Quando non scende più liquido, chiudete lo spurgo destro e aprite, sempre di un quarto di giro, quello sinistro e... indovina? Pompate !!!

Altro olio scorre lungo il tubicino....

Quando dallo spurgo di sinistra non esce più nulla, riaprite anche quello di destra e pompate fin quando non esce più olio da entrambi gli spurghi.





Ora, con una chiave del 12 svitate prima il raccordo attaccato alla pompa (5) e poi quello attaccato in centro alle forcelle dal lato destro (6) e dal lato sinistro (7), quindi svitate anche i raccordi sulle pinze e asportate i tubi (ovviamente dovrete anche svitare i supporti che tengono i tubi accostati alle forcelle)

ATTENZIONE: Guardate bene la forma dei raccordi e dove sono attaccati, ricordatevela o segnatevela, perchè poi sarà molto utile quando rimonterete quelli nuovi





Ora potete togliere le pinze, svitando con una chiave del 14 le viti che le fissano alla forcella (8 e 9)

Togliete anche la pompa del freno, svitando le due viti dell'8 che la tengono fissata al semimanubrio (per la S) destro.











Togliete le pastiglie dalle pinze. E' molto semplice, basta togliere la mollettina che le fissa da una parte e si sfilano in un attimo. Mi raccomando: non fate uscire dalla loro sede i cilindretti che azionano le pastiglie.

Svitate di un quarto di giro gli spurghi e cercate di far scolare l'olio rimasto nelle pinze nel solito vasetto. Lasciate pompa e pinze capovolte sugli stracci o sulla carta per un po', in modo che anche l'ultima goccia d'olio se ne esca. Nel frattempo date un'occhiata alle pastiglie: controllate che non siano troppo consumate (se no, cambiatele) e con un straccio asciutto pulitele bene, soprattutto nelle tre "righe".




Bene.... la parte più semplice è stata fatta :-) .... ora dovete rimontare i tubi nuovi.

Qui ognuno ha la propria tecnica.... in particolare, per guadagnare più tempo, molti pompano il liquido dagli spurghi con una siringa... Io, che di tempo alla mia motina voglio dedicarne fin quanto serve, preferisco fare in modo tradizionale.

Cominciate rimontando la pompa, rimettendo le pastiglie al loro posto e rimontando le pinze (i dadi che fissano le pinze ai supporti sulle forcelle, devono essere stretti con una coppia serraggio di 39 N.m) . Ora, ricordatevi come erano montati i tubi vecchi e rimontate quelli nuovi. Potete riutilizzare i raccordi vecchi, ma cambiate le guarnizioni. Per i raccordi in acciaio, stringete con coppia serraggio a 20 N.m; per l'ergal, 15-17 N.m (comunque nelle istruzioni del KIT dovrebbe essere specificato). ATTENZIONE: assicuratevi che i tubi non sfreghino contro telaio o carena, nemmeno sterzando completamente.

Prendete altri due tubicini trasparenti e collegateli agli spurghi, facendoli terminare nel solito vasetto di raccolta dell'olio vecchio (lo so, sarò esagerato, ma il primo olio che scende potrebbe essere "contaminato" dal vecchio e io preferisco buttarlo)

Chiudete lo spurgo sinistro (senza stringere troppo, tanto verrà riaperto) e lasciate aperto quello destro. Versate nel serbatoio il liquido dei freni fino a raggiungere il livello massimo. Cominciate a pompare e rilasciare.... pompare e rilasciare.... beh, se vi sembrerà che non succeda niente, non preoccupatevi: è normale. Continuate a pompare finché non vedete affluire l'olio nel tubicino destro (potrebbe passare molto tempo....anche 45/60 minuti, non scoraggiatevi). Non preoccupatevi se vedete uscire qualche bollicina nel serbatoio del liquido, è normale. Quando un po' di olio si trova nel tubicino, chiudete lo spurgo destro e aprite quello sinistro... e pompate... pompate... ATTENZIONE: rabboccate sempre il serbatoio dell'olio prima che questo raggiunga il livello minimo. Quando un po' d'olio si trova anche nel tubicino di sinistra, chiudete lo spurgo, staccate entrambe i tubicini scaricando l'olio contenuto nel vasetto dell'olio vecchio. Rimettete i tubicini sugli spurghi e, questa volta, fateli terminare in un contenitore/vasetto pulito (potete utilizzare lo stesso contenitore dell'olio nuovo).
L'olio raccolto da qui in poi, può essere reinserito nel serbatoio.

Bene... ora comincia lo spurgo dell'aria. Questa operazione è molto importante per evitare un'improvvisa perdita di pressione nell'impianto frenante... magari proprio mentre state staccando al limite.

Cominciate (con gli spurghi chiusi) a pompare con la leva del freno, poi, tenendo premuto la leva, aprite lo spurgo destro (la leva si rilascerà fino a toccare il manubrio). Pompate 4/5 volte (nel tubicino dovreste veder scorrere olio e bolle d'aria), richiudete lo spurgo destro, pompate altre 4/5 volte, riaprite lo spurgo... ecc... ripetete queste operazioni finché nel tubicino scorre solo olio (e nessuna bolla d'aria). A questo punto chiudete definitivamente (ma non stringete ancora forte) lo spurgo di destra e ripetete tutte queste operazioni per la pinza di sinistra. ATTENZIONE: rabboccate sempre il serbatoio dell'olio prima che questo raggiunga il livello minimo.

Ok, ora il vostro impianto "dovrebbe" essere privo di bolle d'aria; tuttavia, per essere ulteriormente certi (mai rischiare sulla sicurezza) lasciate la pompa in trazione per una notte... come? semplice: io ho preso una corda elastica (tipo quelle che si usano per legare le valige al portapacchi) e l'ho legata fra leva e manubrio.

La mattina dopo, togliete la corda elastica, pompate 2/3 volte, aprite lo spurgo destro, pompate 4/5 volte, richiudete, ripompate 2/3 volte, aprite lo spurgo, pompate 4/5 volte, chiudete lo spurgo e stringetelo definitivamente (coppia : 7,5 N.m). Idem per la pinza sinistra.




Passiamo all'impianto posteriore !

Ovviamente dovrete togliere il sella, sellino e codino.

Ricollegate i primi due tubicini (usati per scaricare l'olio vecchio dall'impianto anteriore) ai DUE spurghi della pinza posteriore. Uno è in bella vista appena sopra il raccordo(14) l'altro si trova sempre sulla pinza (13), ma fra il disco e il cerchione (nella foto la pinza è già smontata). Fate terminare i tubicini nel solito vasetto per la raccolta dell'olio vecchio.

Togliete il tappo dal serbatoio del liquido posteriore e cominciate a pompare il freno, fino a quando dai tubicini sarà uscito tutto l'olio.





Allentate il raccordo (15) e poi svitate le viti che fissano la pinza (16) e (17).

Quindi scollegate completamente il raccordo.

Ruotate un po' la pinza, finché non scola tutto l'olio residuo.








Per scollegare la pompa, io ho preferito sfilare il perno (togliendo prima la mollettina che fa da fermo) che la fissa alla leva del freno posteriore (18). In questo modo non perdete la regolazione del freno.

Poi dovete svitare le due viti del paratacchi (19) e... la pompa vien via.

Sfilate il tubo che arriva dal serbatoio.

Ora svitate il raccordo collegato alla pinza (20). Per farlo, tenete la pompa fra i piedi e con una chiave del 12 svitate la vite che lo fissa.

Ah... ricordatevi di togliere anche il fermo che tiene il tubo accostato al forcellone.



Già che ci siete, date un'occhiatina alle pastiglie. Come? Togliendo il coperchio di plastica facendo leva sul lato del raccordo (21).

Per sostituirle... è più semplice a farsi che a dirsi, quindi sbizzarritevi !





Ora rimontate la pinza, la pompa e mettete i tubi nuovi. Stringete i raccordi in acciaio a 20 N.m, quelli in ergal a 15/17 N.m

Ora bisogna rifare le stesse operazioni fatte sull'anteriore, ovvero:

Prendete i due tubicini trasparenti usati per lo spurgo dell'olio nuovo dai freni anteriori e collegateli agli spurghi della pinza posteriore, facendoli terminare nel solito vasetto di raccolta dell'olio vecchio (lo so, sarò esagerato, ma il primo olio che scende potrebbe essere "contaminato" dal vecchio e io preferisco buttarlo)

Chiudete lo spurgo sinistro, quello più vicino al cerchione (senza stringere troppo, tanto verrà riaperto) e lasciate aperto quello destro, quello sopra il raccordo. Versate nel serbatoio il liquido dei freni fino a raggiungere il livello massimo. Cominciate a pompare e rilasciare.... pompare e rilasciare.... Continuate a pompare finché non vedete affluire l'olio nel tubicino destro (potrebbero passare diversi minuti....sicuramente meno di quanto avete aspettato per gli anteriori). Quando un po' di olio si trova nel tubicino, chiudete lo spurgo destro e aprite quello sinistro... e pompate... pompate... ATTENZIONE: rabboccate sempre il serbatoio dell'olio prima che questo raggiunga il livello minimo. Quando un po' d'olio si trova anche nel tubicino di sinistra, chiudete lo spurgo, staccate entrambe i tubicini scaricando l'olio contenuto nel vasetto dell'olio vecchio. Rimettete i tubicini sugli spurghi e, questa volta, fateli terminare in un contenitore/vasetto pulito (potete utilizzare lo stesso contenitore dell'olio nuovo). L'olio raccolto da qui in poi, può essere reinserito nel serbatoio.

Bene... ora comincia lo spurgo dell'aria.

Cominciate (con gli spurghi chiusi) a pompare con il pedale del freno, poi, tenendo premuto il pedale, aprite lo spurgo destro (il pedale si rilascerà fino a fine corsa). Pompate 4/5 volte (nel tubicino dovreste veder scorrere olio e bolle d'aria), richiudete lo spurgo destro, pompate altre 4/5 volte, riaprite lo spurgo... ecc... ripetete queste operazioni finché nel tubicino scorre solo olio (e nessuna bolla d'aria). A questo punto chiudete definitivamente (ma non stringete ancora forte) lo spurgo di destra e ripetete tutte queste operazioni per lo spurgo di sinistra. ATTENZIONE: rabboccate sempre il serbatoio dell'olio prima che questo raggiunga il livello minimo.

Ok, ora il vostro impianto "dovrebbe" essere privo di bolle d'aria; tuttavia, per essere ulteriormente certi (mai rischiare sulla sicurezza) lasciate la pompa in trazione per una notte... come? Beh... qui ognuno si può ingegnare.... io ho appeso la scatola del crick idraulico al pedale...

La mattina dopo, togliete l'oggetto con cui avete tenuto in trazione la pompa, pompate 2/3 volte, aprite lo spurgo destro, pompate 4/5 volte, richiudete, ripompate 2/3 volte, aprite lo spurgo, pompate 4/5 volte, chiudete lo spurgo e stringetelo definitivamente (coppia : 7,5 N.m). Idem per lo spurgo sinistro.





FATTO !!! E' stato lungo, a volte noioso... ma sicuramente avete risparmiato 50/60 Eurini, sapete esattamente cosa avete fatto ma.... soprattutto, l'avete fatto VOI !

Per intederci... questa è la schifezza che circolava nel mio impianto frenante....

...::: Copyright 2004 - www.sv-italia.it :::...