ART. TECNICI
Antifurto
Antifurto Economico
Cambio Olio
Codici Colori
Coprisella PyramidPlastic
Frecce supporto
Kit Forcella
La Forcella
Lavaggio Catena
Leva Cambio
Manuale sv650 2k3
Modifica 3
Montaggio scarico
Orologio
Orologio Dgt
Parafango ant
Parafango post
Pedane Dilone
Porta Targa (by Giangy)
Porta Targa (by Tello)
Porta targa Road Racing
Presa Accendisigari
Raffreddamento regolatore
Rimessaggio invernale
Scarico - Montaggio
Schemi SV
Sfilare la Forcella
Sincronizzazione Carburatori
Sonda Benzina
Tagliando
Termometro
Trapianto Avantreno
Trasmissione Finale
Tubi in Treccia
Tuning Carburatori

MENU
Forum
E-Shop [chiuso]
Gallery
Pneumatici
HomePage
Articoli Tecnici
Itinerari e Viaggi
Chat irc
Raduni
Motoclub
Archivio 2002-2005


Raffreddamento del Regolatore di tensione
mediante una ventola
Il regolatore di tensione, come tutti i componenti elettronici, deve mantenere una certa temperatura di funzionamento; sulla nostra SV (mod '99-03) il regolatore si trova sotto il fianchetto posteriore Destro (proprio sotto la scritta SV650 per intenderci) e pur essendo dotato delle apposite alette di raffreddamento, per la sua posizione, raggiunge temperature troppoalte che si traducono in sovratensioni pericolose. A causa di un problema al regolatore, dopo aver buttato una batteria, riprogrammato la centralina e cambiato lo stesso regolatore, sono corso ai ripari: Ho montato una ventola per il raffreddamento del regolatore. Di seguito qualche indicazione per chi volesse farlo ed evitare qualche problemino da 300€ ...

Prima di tutto bisogna procurarsi una ventolina da processore, va benissimo un ventola da Pentium 1 o quelle delle recenti schede video. I regolatori delle SV non sono tutti uguali, ma una ventola di 4 ÷ 5 cm di lunghezza va benissimo. Non esagerate con le dimensioni altrimenti diventa complicato montarla (senza contare un fastidioso ronzio durante il funzionamento).




Smontare le scocchette laterali per la rimozione della sella conducente



Svitare tutte le viti che mantengono uniti tra loro i fianchetti : 4 viti grosse attaccate al telaio; 2 viti piccole che tengono tra lori i fianchetti; due viti poste sotto il faro che tengono i fianchetti al sottocodone (si svitano da sotto)




Una volta svitati i blocchi dei fianchetti, questi vanno rimossi delicatamente tirandoli verso l'esterno finche non escono (c'è in piolo di plastica che alloggia in una boccola di gomma, tirare lentamente!).

Eseguire la stessa operazione su entrambi i fianchetti.



Liberato il telaio posteriore dai fianchetti avete a vista il regolatore.



Per montare la ventola (difficilmente adattabile con le viti in dotazione) dovete utilizzare del filo di ferro sottile facendolo passare nei fori delle viti della ventola e poi ripassarlo attorno al regolatore. Serrate il filo in modo che la ventola aderisca al regolatore, ma lasciate lo spazio per farla girare (se è necessario fate un po' di spessore con della carta).



Per alimentare la ventola ci sono due possibilità (credo anche qualcuna in più ma...)
1) collegandola ai fari :in questo modo la ventola sarà sempre in funzione quando i fari sono accesi; ma spegnendoli c'è la possibilità di escluderla (per ispezione, controllo o altro). 2) collegarla direttamente al regolatore (cavetti provenienti dalla batteria): in questo caso è necessario mettere un interruttore che sia facilmente accessibile altrimenti la ventola rimarrà sempre attiva (anche a moto spenta e senza chiavi). Variazioni sul tema potrebbero essere l'utilizzo di un sensore di temperature che attivi la ventola solo quando necessario, ma complicherebbe un pò le cose... Di seguito è descritto il collegamento della ventolina ai fari della moto.

Allungate l'alimentazione della ventola con del cavetto bipolare (quello per le casse dello stereo può andar bene) fino ad arrivare al connettore del faro posteriore (è quello con 3 terminali). Con un tester individuare le polarità e collegare il positivo al cavetto rosso della ventola ed il negativo a quello nero (se la ventola ne ha uno giallo, questo non va utilizzato).



Per collegare i fili potere eliminare il vecchio terminale e riattaccare i fili del faro + i fili della ventola su un nuovo terminale, oppure potete spellare i fili della ventola e collegarli alla parte scoperta del terminale. In questo caso assicuratevi che la parte scoperta sia dentro la scanalatura del connettore e fissate tutto con il nastro.





Una volta collegati i fili fate una prove, e se tutto è ok, alloggiate il filo nella parte laterale del sottocodone (dove c'è il serbatoio dell'olio freno posteriore).



Per bloccare il tutto utilizzate la fascetta pieghevole in modo che il connettore stia nella parte bassa e che la linguetta della sella passeggero ci vada sopra. Può succedere che il connettore urti la linguetta e non fa chiudere la sella, in questo caso fate un po' di gioco per trovare la posizione ottimale.



A questo punto richiudete tutto (facendo attenzione ai piolini di plastica dei fianchetti) ed il gioco è fatto ! Il regolatore starà al fresco (ricordatevi di verificare che la ventola giri!). Per controllare che tutto sia stato cablato bene, rimontate i fianchetti a fari accesi (in questo moto sentite il rumore della ventola durante il montaggio e, se qualcosa non va bene, ve ne accorgerete subito).



Per i più pignoli è possibile proteggere la parte di circuito aggiunta, inserendo un fusibile in serie al positivo della ventola; in questo modo l'ingombro aumenta leggermente e bisogna adattare la basetta di alloggio del fusibile all'nterno del sottocodone.


Alla prossima, diegus

...::: Copyright 2004 - www.sv-italia.it :::...