ART. TECNICI
Antifurto
Antifurto Economico
Cambio Olio
Codici Colori
Coprisella PyramidPlastic
Frecce supporto
Kit Forcella
La Forcella
Lavaggio Catena
Leva Cambio
Manuale sv650 2k3
Modifica 3
Montaggio scarico
Orologio
Orologio Dgt
Parafango ant
Parafango post
Pedane Dilone
Porta Targa (by Giangy)
Porta Targa (by Tello)
Porta targa Road Racing
Presa Accendisigari
Raffreddamento regolatore
Rimessaggio invernale
Scarico - Montaggio
Schemi SV
Sfilare la Forcella
Sincronizzazione Carburatori
Sonda Benzina
Tagliando
Termometro
Trapianto Avantreno
Trasmissione Finale
Tubi in Treccia
Tuning Carburatori

MENU
Forum
E-Shop [chiuso]
Gallery
Pneumatici
HomePage
Articoli Tecnici
Itinerari e Viaggi
Chat irc
Raduni
Motoclub
Archivio 2002-2005


Modifica “TRE”
(come eliminare la limitazione in 2^ e 3^ marcia)

Come noto per rientrare negli standards di emissioni acustiche e inquinanti allo scarico ( imposte dalle leggi italiane) i motori Suzuki (e non solo) sono limitati in origine in seconda e terza marcia. La conseguenza è che in questi due rapporti, il motore risulta essere meno pronto nell'erogazione perdendo, a secondo delle moto, anche dai 3 ai 5 cavalli
In commercio esistono moduli che consentono l’eliminazione di tali limiti e che vanno collegati direttamente alla centralina, ma spesso molto costosi, in alternativa si può intervenire direttamente sul motore scollegando i cavi che “ inviano” il segnale alla centralina sulla marcia inserita. Tale modifica permette di riportare le condizioni originali di costruzione recuperando la coppia, la potenza e l'accelerazione che vengono limitate in sede di omologazione. Viene modificato l'originale grafico di anticipo dell'accensione e, in alcuni casi, anche il movimento della seconda valvola di aspirazione e della valvola di scarico (come nella Yamaha).
Attrezzatura necessaria:
  • Chiavi a brugola
  • Forbici da elettricista
  • Nastro isolante
  • Tubicini di plastica (facoltativi)
  • Cacciaviti per orologi o in alternativa una forcella fermacapelli (rubatevene una a vostra madre !!)

INIZIAMO:

procedere per ordine allentando per prima i fianchetti in plastica in modo da poter togliere la sella, svitare le 2 brugole che tengono il serbatoio, dopodiché sollevarlo e fermarlo con l’apposito sostegno. Eccolo qua il nostro motore!!!



A sinistra, tra il tubo del telaio e la vaschetta di recupero liquidi del filtro, troverete un connettore a 4 fili protetto da un canotto di gomma (facilmente visibile anche con il serbatoio in posizione normale)



Fate scorrere il canotto di gomma lungo il cavo in modo da poter sganciare il connettore in plastica (staccatelo lentamente eventualmente aiutandovi con un piccolo cacciavite ma senza forzare troppo)



Una volta sganciato il connettore potete vedere chiaramente i 4 fili che provengono dal cambio. I fili hanno diversa colorazione, dovete staccare dal connettore i fili di colore :
  1. Rosso
  2. Nero
  3. Verde
In Poche parole dovete lasciare collegato solo quello di colore Blu.




Molte persone preferiscono tagliare di netto e isolare i tre fili ma io vi consiglio di sfilarli in modo da rendere la modifica reversibile ( nel caso in cui non si sia soddisfatti o per motivi di garanzia) Sfilarli è infatti l’operazione più rognosa; per farlo vi occorre un cacciavite molto piccolo ( quelli utilizzati per gli orologi) oppure ( se fate come me) potete utilizzare la punta una forcella per capelli (non sembra ma sono molto resistenti) Il connettore ha (grossomodo) la forma in fig 1, dovete sollevare ( con il cacciavite o la forcella per capelli) un piccola linguetta che fa da fermo allo spinotto ( di colore rosso nella foto) e tirare dall’altra parte il filo fino a sfilarlo.

Fig. 1



Una volta sfilati i fili vanno isolati per bene, io ho preso dei tubicini di plastica isolante e ci ho fatto passare i spinotti all’interno, dopodiché ho sigillato le due estremità con del nastro. Ho fatto questa scelta in quanto il solo nastro isolante (con il tempo ed il calore) tende ad allentarsi oltre ai lasciare fastidiosi residui di colla sugli spinotti!!





Una volta isolato il tutto reinserite il connettore, rinfilate i fili nel canotto di gomma e rimontate il tutto.



Ora non vi rimane che andare a provare la moto!!! Mi raccomando testa sulle spalle!!

By ECTOR
N.B. articolo informativo, non mi ritengo responsabile di eventuali danni. Per consigli o critiche scrivere a : pisaniettore@virgilio.it


...::: Copyright 2004 - www.sv-italia.it :::...