ART. TECNICI
Antifurto
Antifurto Economico
Cambio Olio
Codici Colori
Coprisella PyramidPlastic
Frecce supporto
Kit Forcella
La Forcella
Lavaggio Catena
Leva Cambio
Manuale sv650 2k3
Modifica 3
Montaggio scarico
Orologio
Orologio Dgt
Parafango ant
Parafango post
Pedane Dilone
Porta Targa (by Giangy)
Porta Targa (by Tello)
Porta targa Road Racing
Presa Accendisigari
Raffreddamento regolatore
Rimessaggio invernale
Scarico - Montaggio
Schemi SV
Sfilare la Forcella
Sincronizzazione Carburatori
Sonda Benzina
Tagliando
Termometro
Trapianto Avantreno
Trasmissione Finale
Tubi in Treccia
Tuning Carburatori

MENU
Forum
E-Shop [chiuso]
Gallery
Pneumatici
HomePage
Articoli Tecnici
Itinerari e Viaggi
Chat irc
Raduni
Motoclub
Archivio 2002-2005


SOTTOCODA/PORTATARGA by Tello

Innanzitutto voglio premettere che effettuare questo tipo di modifica non e' tanto difficile come potrebbe sembrare, quindi state tranquilli e sereni dall'inizio alla fine e soprattutto fate tutto con calma. La fretta non porta mai niente di buono e poi chi vi insegue?
Secondo consiglio e' quello di procurarvi tutto il materiale nonche' tutti gli attrezzi necessari ad effettuare tutto il lavoro, altrimenti procederete a step come ho fatto io e raddoppiando di conseguenza il tempo necessario realmente occorrente. Se farete un buon lavoro, vi ritroverete con un sottocodone che non ha nulla da invidiare a quelli venduti after market alla minima cifra di 80euro e la somma spesa per la modifica sara' quasi nulla.

Ora iniziamo....
Innanzitutto,prima di smontare tutto prendiamo una matita o un pennarello e tracciamo una linea su entrambe le parti laterali del codone come indicato in figura


tenete presente che tutto cio' che sta dietro e sotto la linea a termine lavori non deve esserci piu'. Fatta la linea cominciamo con lo smontare il sottocodone originale, (vedasi le istruzioni degli altri articoli). Fategli una bella foto ricordo, perche' non tornera' piu' come lo vedete adesso!! Smontate la targa, le frecce, il catarinfrangente, la luce portatarga e la centralina

Fatevi il segno della croce e cominciate a tagliare lungo la linea precedentemente disegnata fino ad arrivare alla scatola che contiene la centralina.. Dovreste ottenere qualcosa di questo genere


Ora dovete tagliare le parti laterali della scatola come da figura e fate attenzione a non tagliare anche la parte inferiore


Se avete tagliato come spiegato ecco cosa avrete ottenuto


Dategli una bella limata in modo da lisciare le parti


Ora diamo una bella accorciata alla base rimasta


Ora direzionate l'aria calda di una pistola ad aria calda, o in mancanza anche un phon va bene, lungo la linea orizzontale indicata dalla freccia


per far si che la parte si ammordisca e permetta alla base dell'ormai ex-scatola, di piegarsi fino a raggiungere le parti oblique rimaste. Il risultato ottenuto sara' di questo tipo


ed avrete solo un paio di mm di vuoto nei punti indicati in celeste


e che potremo riempire con vetroresina o silicone o colla a caldo o qualunque altra cosa che aderisca alla plastica e riempa spazi vuoti; considerate che non e' una parte che deve reggere pesi quindi vedete un po voi cosa usare. Io ho usato colla a caldo, sia perche' al momento era l'unica cosa che avevo disponibile, sia perche' si solidifica in qualche secondo e quindi non mi bloccava nei lavori. Ecco cosa ho ottenuto


Ora una bella spruzzata di nero opaco in modo da coprire graffi e colla ed ecco qua il risultato


Ora provvediamo a rimontare la centralina, questa in figura e' la posizione per me piu' opportuna sia a livello di ingrombro sia per il fatto che il cablaggio arrivava tranquillamente


Fin qui e' finito col sottocodone ed ora per completare il resto della coda non vi resta che costruire la staffa portatarga e la staffa per la luce targa. Personalmente ne ho fatte due separate per nascondere il piu' possibile la luce portatarga e farla aderire al fanalino posteriore. La luce utilizzata e' la ormai nominata mille volte in forum luce portatarga del piaggio liberty, che tra l'altro montano anche molti altri scooter, solo che se presa alla piaggio la paghi 7 euro(o anche meno se ti fanno un minimo di sconto), se invece la prendi alla yamaha la paghi il doppio. Innanzitutto diamo una bella alleggerita alla luce portatarga, eliminando la parte inferiore che serve a fissarla


questo non perche' pesa troppo, ma per il fatto che provocherebbe un distanziamento inutile dalla targa, tanto andra' fissata con le due viti che stanno sul retro


(ovviamente se si fulmina la lampadina ci vorra' piu' tempo per cambiarla,ma non credo che sia un problema ricorrente). Prendiamo un lamierino come in figura non molto spesso visto che deve reggere pochi grammi (io l'ho recuperato dal pc), e costruiamo una L che da una parte regge il portalampada.




mentre dall'altro va ad incastrarsi tra la staffa del fanalino posteriore, e la staffa fissa al telaio


Non dovrebbe essere necessario piegarla, ma se lo fosse, farlo in modo che il portalampada aderisca al fanalino e si "infili" in quella rientranza che noterete sotto il fanalino. Dimenticavo... forate la staffa come in figura in modo che potrete tirare piu' fuori o piu' dentro la luce, secondo necessita'. Finito con la luce portatarga passiamo al portatarga che va fatto secondo gusto... inizialmente avevo usato una staffa in allumio da 2mm credo e sopra ci avevo fissato il portatarga in plastica


ma poiche' mi dava fastidio che vibrava durante la marcia ho deciso di usare qualcosa piu' resistente alle vibrazioni e son passato ad una piastra in alluminio da 4mm; cio' che vi serve sapere e' solo che va fissata ai tre bulloni che fissano il fanalino


ovviamente sostituiti con altri 1/2 cm piu' lunghi; l'angolazione della staffa e' soggettiva anche se dovete tener conto che in alto sopra c'e' la luce portatarga. Ecco alcune immagini dell'ultimo portatarga


e di come e' il risultato finale.




Se doveste aver problemi non esitate a scrivermi.Ciao e buon lavoro!!!!

Tello

...::: Copyright 2004 - www.sv-italia.it :::...